La superiorità delle erbe grezze rispetto ai preparati

Così come i benefici indotti dai cibi completi superano di gran lunga quelli di qualsiasi integratore alimentare, le erbe allo stato naturale possono surclassare anche i più sofisticati preparati farmaceutici nella profilassi e nel trattamento di diverse condizioni patologiche.

Così come la scarsa freschezza, le cotture eccessive, i conservanti, gli additivi e la produzione intensiva pregiudicano la qualità di molti alimenti presenti sul mercato, anche l’originale potere delle piante viene spesso attenuato o deformato nella lavorazione.

Risultati immagini per food medicine
From http://anhinternational.org “UK College of Medicine addresses Food. The Forgotten Medicine”

Alcune erbe vengono pesantemente impoverite anche dal semplice processo del seccaggio, per quanto effettuato naturalmente al buio che ancora oggi è il metodo più gentile per la conservazione delle componenti più labili.

Alcuni esempi sono la valeriana, la lattuga selvatica ed in generale tutte le aromatiche.

Il nostro piccolo essiccatoio tradizionale: freddo, asciutto e buio… in questo modo ci vogliano anche mesi per l’essiccazione completa delle erbe (anni nel caso di alcune radici). Il tempo e l’attenzione (non si può aspettare quando si essicca al buio, un momento di distrazione ed ammuffisce tutto) fanno si che la maggior parte dei produttori moderni opti per un disidratatore o un altro sistema artificiale che pregiudicano pesantemente la dei beni.

In più gli estratti da erboristeria vengono standardizzati come integratori alimentari e devono per legge avere livelli di principio attivo bassissimo, questo porta spesso i consumatori ad impiegare dosaggi molto più alti di quelli consigliati.

A parte il raro rischio di overdosare non tanto il farmaco (che è standardizzato per quantità poco significative) quanto qualche eccipiente, il costo della terapia diventa estremamente alto e spinge l’utente a terminarla. Un altro elemento che si aggiungerà al coro “I sintetici saranno anche tossici ma almeno funzionano”…

Comprare la materia prima e lavorarla da sè garantisce un impegno economico minimo e la possibilità di avere sempre estratti freschissimi.

Può sembrare strano ma gran parte delle attrezzature erboristiche possono essere sostituite da comuni utensili da cucina. Anche io ho iniziato così…

Io che filtro una soluzione con delle erbe infuse in un ciotola nella mia semplice cucina.

I prodotti avranno un cattivo sapore, un brutto aspetto, un volume scomodo e andranno a male entro qualche settimana (a meno che non siano del tutto asciutti o disciolti in alcool), ma se resisterete a darete loro fiducia vi sorprenderanno.

Le piante più potenti ( o anche le altre se non vi spaventa dover consumare grossi volumi di erba come un ruminante) si possono semplicemente incapsulare. Per quanto un estratto venga prodotto scrupolosamente, alcune componenti vengono sempre lasciate indietro, vaporizzate o degradate.

Un insalata mista a base di foglie e fiori appena raccolti di borragine, valeriana rossa e tarassaco, aromatizzata con prezzemolo e maggiorana freschi. Un farmaco completo tanto buono quanto invitante: dalle proprietà antiossidanti, depuranti ed antinfiammatorie di gran lunga superiori a quelle di qualsiasi estratto da erboristeria o integratore alimentare.

 

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -