Composti puri al 99%

4.50

In Stock

Cristalli di CBD in polvere puri al 99% estratti in un laboratorio all’avanguardia (accreditato dalla FDA con certificazione GMP, HACCP, GSM e ISO9001 valida europea) da cannabis industriale (Cannabis sativa).

Non è un integratore alimentare ma un composto da ricerca, viene venduto a prezzi da fabbrica.

Svuota
4.50
quantita 100mg 500mg
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Dose indicativa: lieve 25-50 \moderata 50-150mg \alta 150-300mg \altissima 300-500mg
Il CBD interagisce con il recettore dei cannabinoidi CB1 inducendo effetti ad ampio spettro.
Inoltre abbassa la soglia per cui THC e cannabinoidi endogeni stimolano il CB1, modulandone l’effetto terapeutico a sfavore del CB2. Per questo incrementa paradossalmente gli effetti fisici del THC, neutralizzandone quelli psicotici.

Non è psicoattivo di per se, agisce principalmente come miorilassante e spasmolitico.

Le proprietà neuroprotettive, neurotrofiche, antiossidanti, antiparkinson, vasostimolanti, antitrombotiche, ansiolitiche, antipsicotiche, antidepressive, antinfiammatorie, analgesiche, antiemetiche, antitumorali ed anticonvulsivanti sono supportate dalla ricerca scientifica.

I dosaggi molto alti di prodotti altamente concentrati hanno un effetto leggermente sedante.

Viene usato come supplemento alternativo per il trattamento di ansia, disturbo bipolare, diabete, distonia, convulsioni, epilessia, sclerosi multipla, Parkison, Crohn, malattia acuta da rigetto, insonnia e schizofrenia. Viene anche vaporizzato per smettere di fumare tabacco.

Il CBD subisce un estensiva idrossilazione in diversi siti degli enzimi epatici del citocromo CYP450, questo insieme alle successive ossidazioni rendomo molto complesso il metabolismo delle sostanza che ancora non si conosce perfettamente. Circa 100 metaboliti sono stati identificati, tra questi i principali derivano dall’ossidazione dell’acido CBD-7-oico (7-COOH-CBD).

Effetti neuroprotettivi e neurotrofici:
Hampson, A. J., et al. “Cannabidiol and (−) Δ9-tetrahydrocannabinol are neuroprotective antioxidants.” Proceedings of the National Academy of Sciences 95.14 (1998): 8268-8273.
Effetti sul antiossidanti ed antiparkinson:
García-Arencibia, Moisés, et al. “Evaluation of the neuroprotective effect of cannabinoids in a rat model of Parkinson’s disease: importance of antioxidant and cannabinoid receptor-independent properties.” Brain research 1134 (2007): 162-170.
Effetti vasostimolanti ed antitrombotici:
Durst, Ronen, et al. “Cannabidiol, a nonpsychoactive Cannabis constituent, protects against myocardial ischemic reperfusion injury.” American Journal of Physiology-Heart and Circulatory Physiology 293.6 (2007): H3602-H3607.
Effetti ansiolitici ed antipsicotici:
Zuardi, Antônio Waldo, et al. “Action of cannabidiol on the anxiety and other effects produced by Δ 9-THC in normal subjects.” Psychopharmacology 76.3 (1982): 245-250.
Effetti antidepressivi:
Sartim, A. G., F. S. Guimarães, and S. R. L. Joca. “Antidepressant-like effect of cannabidiol injection into the ventral medial prefrontal cortex—Possible involvement of 5-HT1A and CB1 receptors.” Behavioural brain research 303 (2016): 218-227.
Effetti antinfiammatori ed analgesici:
Costa, Barbara, et al. “The non-psychoactive cannabis constituent cannabidiol is an orally effective therapeutic agent in rat chronic inflammatory and neuropathic pain.” European journal of pharmacology 556.1-3 (2007): 75-83.
Effetti antiemetici:
Rock, Erin M., et al. “The effect of cannabidiol and URB597 on conditioned gaping (a model of nausea) elicited by a lithium-paired context in the rat.” Psychopharmacology 196.3 (2008): 389-395.
Effetti antitumorali:
Ligresti, Alessia, et al. “Antitumor activity of plant cannabinoids with emphasis on the effect of cannabidiol on human breast carcinoma.” Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics 318.3 (2006): 1375-1387.
Effetti anticonvulsivanti:
Carlini, E. A., et al. “Cannabidiol and Cannabis sativa extract protect mice and rats against convulsive agents.” Journal of Pharmacy and Pharmacology 25.8 (1973): 664-665.

Il CBD è controindicato in chi soffre di Parkinson, durante gravidanza ed allattamento.

Non si conoscono interazioni pericolose.

Gli effetti collaterali sono rari e ben tollerati: bocca secca, pressione bassa, leggerezza e spossatezza.

L’overdose non è pericolosa.

Non ci sono casi di dipendenza, danni permanenti o morte in letteratura scientifica relativi al consumo di questo composto.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CBD (Cannabis sativa)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -