Akuamma (Picralima Nitida) secca intera

5.90

L’akuamma (Picralima Nitida) è un frutto tropicale tipico del Ghana, il seme viene essiccato per l’impiego in medicina tradizionale come analgesico e sedativo.

Gruppi di ricerca hanno identificato vari alcaloidi che agiscono sui recettori oppiacei μ e  κ (akuammidina, akuammicina e pericina), oltre ad altri composti psicoattivi (akuammina, akuammigina, pseudoakuammigina).

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD COLTIVAZIONE E COLLEZIONE.

Svuota
5.90
forma Intera Tritata In polvere Estratto alcolico
quantita 10g 50g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Sfoglia la lista dei desideri
Confronta

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO NELLA MEDICINA MUTI AFRICANA (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: seme

-ingerito\ 2-6g 
-decotto\ 8-20g
-tintura 1:1\ 4-12ml

L’akuamma agisce sui recettori oppioidi ed ha un buon potenziale narcotico.

Medicina convenzionale
Le proprietà analgesiche, antinfiammatorie, sedative, analgesiche, antibatteriche, ipoglicemiche, antiossidanti, oppioidi, afrodisiache, antitussive, antidiarroiche ed antimalariche anti dell’akuamma sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usata in medicina convenzionale.

 

Medicina alternativa
Viene impiegata in fitoterapia per mal di schiena, osteoartrite, mancanza d’appetito, ulcere gastriche, diarrea, costipazione,disturbi della vescica, iperglicemia, diabete, obesità, allergie, mal di testa, neuralgie, come lozione esterna per dare sollievo ed accelerare la guarigione delle ferite.

Nella medicina tradizionale africana si utilizza anche come rimedio per malaria, febbre, indigestione, anemia, patologie epatiche, vene varicose, disturbi oculari e per facilitare il parto.

Estratto in aceto
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml)
-Mettere l’akuamma (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere aceto per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso possibile (almeno 1 volta al giorno) e lasciare infondere fino a 1 settimana per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi,
-L’aceto si può fare evaporare in forno a 100-150C° per ricavarne un residuo solido.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere l’akuamma (opzionale)in polvere in una pentola con un volume quadruplo di acqua (opzionale)distillata acida (1-2 cucchiai d’aceto/litro)
-Lasciare sobbollire appena fino a 30m ora per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml) ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere l’akuamma (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 70%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 3 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione
Descrizione
Ordine: Gentianales
Famiglia: Apocynaceae
Genere: Picralima
Specie: P. nitida
Nativo: Africa
L’akuamma (Picralima Nitida) è un albero tropicale glabro che cresce fino a 35m d’altezza e 60cm di diametro.
Sviluppa foglie opposte, semplici e intere di forma ellittica o oblunghe lunghe fino a 25cm.
Produce delle infiorescenze ombrelliformi di circa 10cm formate da fiori regolari ed ermafroditi di colore giallino.
Il frutto è formato da due follicoli lisci lunghi fino a 20cm ciascuno di colore arancio-giallino che contengono diversi semi.

Coltivazione
L’akuamma è una pianta tropicale molto difficile da coltivare:
-Seminare i semi ad appena 1cm di profondità in un comune terriccio a mezz’ombra leggero, ben drenante e ricco.
-Mantenere umido il terriccio fino alla germinazione.
-Potrebbe essere necessario fare germinare i semi in vasetto e poi trapiantarli se il clima non è abbastanza caldo ed umido, la germinazione avviene dalle 2 alle 6 settimane.
-Teme il freddo e la siccità.

Nella medicina popolare dell’Africa Occidentale la Picralima nitida viene impiegata nel trattamento di febbre, infezioni, malaria, diabete e dolore [Akabassi, Ghislain Comlan, et al. “Economic value, endogenous knowledge and distribution of Picralima nitida (Stapf) T. Durand and H. Durand in Africa.” AAS Open Research 3 (2020): 29.].

In Cameroon e Guinea il decotto a base di frutto e corteccia della pianta viene consumato contro la tosse o la febbre tifoide. Le genti della tribù dei Fang masticano il frutto e la corteccia per sopprimere la fame durante le lunghe camminate nella foresta e [Adjanohoun, J. E., N. Aboobakar, and K. Dramane. “Traditional Medicine and Pharmacopoeia: Contribution to Ethnobotanical and Floristic Studies in Cameroon, Porto-Novo, Benin.” Organisation of African Unity Scientific Technical and Research Commission. Centre National de Production de Mannels Scolaries (1996).].

Nella medicina popolare Congolese il decotto di cortecci d’akuamma si beve come purgante e rimedio per l’ernia, mischiato ad altre piante viene impiegato contro la gonorrea.

Nella zona più occidentale della Nigeria il frutto viene indicato nel trattamento dell’asma [Sonibare, M. A., and Z. O. Gbile. “Ethnobotanical survey of anti-asthmatic plants in South Western Nigeria.” African Journal of Traditional, Complementary and Alternative Medicines 5.4 (2008): 340-345.].

Nella medicina tradizionale della Costa d’Avorio i semi impastati con vegono assunti in caso di pressione arteriosa alta [Marie-Solange, Tiébré, Aké-Assi Emma, and Zirihi Guédé Noël. “Ethnobotanical study of plants used to treat arterial hypertension, in traditional medicine, by Abbey and Krobou populations of Agboville (Côte-d’Ivoire).” European Journal of Scientific Research 35.1 (2009): 85-98.].

OPPIOIDE, ANALGESICO, SEDATIVO, ANTITUSSIVO

Diversi alcaloidi presenti nei semi di akuamma sono dotati di marcate proprietà oppioidi. L’akuammidina è più potente sui recettori μ-oppioidi (Ki = 0.6 μM), ma è attiva anche sui δ- (Ki = 2.4 μM) e κ-oppioidi (Ki = 8.6 μM). Anche l’akuammina è particolarmente selettiva per gli μ-oppioidi (Ki = 0.5 μM) ed agisce come antagonista. L’akuammicina invece è un potente agonista per i recettori κ-oppioidi (Ki = 0.2 μM) [Menzies, John RW, et al. “Opioid activity of alkaloids extracted from Picralima nitida (fam. Apocynaceae).” European Journal of Pharmacology 350.1 (1998): 101-108.].

La pseudoakuammigina è un agonista dotato della stessa affinità per i recettori . Ha mostrato significativi effetti analgesici nei modelli in vivo che potrebbero anche essere dovuti al blocco dell’azione delle sostanze pronocicettive e iperalgesiche endogene. I ricercatori hanno inoltre notato un’azione depressiva drammatica ma transitoria sul CNS delle cavie [Duwiejua, M., E. Woode, and D. D. Obiri. “Pseudo-akuammigine, an alkaloid from Picralima nitida seeds, has anti-inflammatory and analgesic actions in rats.” Journal of Ethnopharmacology 81.1 (2002): 73-79.].

La pericina ha dimostrato un profilo analgesico superiore alla codeina, tramite test in-vitro ed in-vivo si è visto che agisse come agonista oppioide. La pericallina, un altro alcaloide presente nei semi, ha dimostrato una potenza pari a circa a 1/3 della pericina [Arens, H., et al. “Detection of pericine, a new CNS-active indole alkaloid from Picralima nitida cell suspension culture by opiate receptor binding studies.” Planta medica 46.12 (1982): 210-214.]

Un estratto alcolico a base di semi di Picralima nitida ha dimostrato significative proprietà sedatove, analgesiche ed antitussive, oltre ad un alto profilo di sicurezza [Dapaah, Gabriel, et al. “Antitussive, expectorant and analgesic effects of the ethanol seed extract of Picralima nitida (Stapf) Th. & H. Durand.” Research in pharmaceutical sciences 11.2 (2016): 100.].

L’akuamma contiene vari tannini, alcaloidi, polifenoli, glicosidi, saponine, terpenoidi (sabinene, terpinen-4-olo, α-selinene, β-cariofillene, β-selinene, α-terpineolo, α-pinene, cimene, eudesmolo, β-cuvebene, β-pinene e α-umulene), flavonoidi , steroli, esteri degli acidi grassi ed alcoli.

Gli alcaloidi sono in dettaglio: akuammina, pseudoakuammina, akuammidina, akuammicina, akuammigina, pseudoakuammigina, akuammilina, akuammenina, picrafillina, picracina, picralina, picralicina, picratidina, picranitina, burnamina, pericallina e pericina.

La frazione indolica (akuammina, pseudoakuammina, akuammidina, akuammicina, akuammigina, pseudoakuammigina, akuammilina, akuammenina) è principalmente responsabile dell’effetto farmacologico, in particolar modo l’akuammina.

Effetti antinfiammatori ed analgesici:
Duwiejua, M., E. Woode, and D. D. Obiri. “Pseudo-akuammigine, an alkaloid from Picralima nitida seeds, has anti-inflammatory and analgesic actions in rats.” Journal of ethnopharmacology 81.1 (2002): 73-79.
Effetti oppioidi:
Menzies, John RW, et al. “Opioid activity of alkaloids extracted from Picralima nitida (fam. Apocynaceae).” European journal of pharmacology 350.1 (1998): 101-108.
Effetti antiossidanti ed ipoglicemici:
Teugwa, Clautilde Mofor, et al. “Antioxidant and antidiabetic profiles of two African medicinal plants: Picralima nitida (Apocynaceae) and Sonchus oleraceus (Asteraceae).” BMC complementary and alternative medicine 13.1 (2013): 1.
Effetti antibatterici:
Nkere, C. K., and C. U. Iroegbu. “Antibacterial screening of the root, seed and stembark extracts of Picralima nitida.” African Journal of Biotechnology 4.6 (2005): 522.
Effetti afrodisiaci:
Otoo, Lydia F., et al. “Effect of an ethanolic seed extract of Picralima nitida ((Stapf) Th. & H. Durand) on reproductive abilities and developmental indices in rodents.” Journal of Experimental and Integrative Medicine 5.4 (2015): 200-208.
Effetti antinfiammatori, antipiretici, antimalarici:
Ezeamuzie, I. C., et al. “Anti-inflammatory, antipyretic and anti-malarial activities of a West African medicinal plant–Picralima nitida.” African journal of medicine and medical sciences 23.1 (1994): 85-90.
Effetti antidiarroici:
Mabeku, Laure B. Kouitcheu, et al. “Evaluation of antidiarrhoeal activity of the fruit-rind of Picralima nitida (Apocynaceae).” African Journal of Traditional, Complementary and Alternative medicines (AJTCAM) 3.4 (2006): 66-73.
Effetti antitussici e sedativi:
Dapaah, Gabriel. Effect of the ethanol seed extract of Picralima Nitida (STAPF) TH. &H. DURAND) on cough and its complications. Diss. KWAME NKRUMAH UNIVERSITY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY, KUMASI, 2016.
Non sono note controindicazioni o interazioni farmacologiche pericolose relative al consumo di akuamma.

Non sono noti effetti collaterali.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Akuamma (Picralima Nitida)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -