Mentuccia (Calamintha Nepeta) fresca

4.90

In Stock

Una pianta poco conosciuta, dall’aroma simile ma molto più forte della menta.

Viene usata in alcune ricette tipiche siciliane oltre ad avere numerosi benefici per la salute.

Ad alte dosi ha un effetto inebriante molto intenso.

Svuota
4.90
condizione Fresca Secca
forma Intera Tritata In polvere Resina (artigianale)
quantita 50gr 100gr 250gr 500gr 50gr di materia prima 100gr di materia prima 250gr di materia prima 500gr di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Gli antichi erboristi utilizzavano foglie ed infiorescenze in polvere nelle seguenti modalità e dosaggi indicativi:
-ingerita o incapsulata/ (sconsigliato per la maggior incidenza di disturbi gastrici) dose lieve 1-2gr \moderata 2-4gr \alta 4-8gr \altissima 8-15gr
-decotta\ dose lieve 2-3gr \moderata 3-6gr \alta 6-12gr \altissima 12-19gr
-tintura/ dose lieve 1-2gr \moderata 2-4gr \alta 4-8gr \altissima 8-15gr
-fumata o vaporizzata (150-170C°)\ non si può consigliare un dosaggio, fumare fino ad ottenere l’effetto desiderato

La mentuccia ha effetti molto simili all’assenzio selvatico ma è più potente ed intossicante: stimolazione, eccitazione, euforia seguite da rilassamento, calma e sedazione.
I dosaggi alti possono indurre alterazioni visive particolari come scie luminose degli oggetti in movimento

E’ poco conosciuta nell’ambiente scientifico, non è comune neanche come condimento.

Viene spesso combinata con radice di serpente indiana ed anemone selvatica a scopo sedativo/analgesico; con basilico, aglio, capperi e pomodoro per la ricetta siciliana tradizionale a base di “crastuni” (grosse lumache tipiche della regione).
L’effetto è percepibile immediatamente fino a 20m se fumata, dopo 20m ore fino a 4 ore se ingerita oralmente in base al dosaggio.

La mentuccia ha effetti molto simili all’assenzio selvatico ma è più potente ed intossicante: stimolazione, eccitazione, euforia seguite da rilassamento, calma e sedazione.
I dosaggi alti possono indurre alterazioni visive particolari come scie luminose degli oggetti in movimento.

Medicina convenzionale
Non si sa niente sulle proprietà della mentuccia.

Non viene impiegata nella medicina convenzionale.

 

Medicina alternativa
Non viene indicata in fitoterapia moderna.

Si usava in medicina popolare per trattare flatulenza, vermi, disturbi gastrici, insonnia, depressione, dolore mestruale e per indurre l’aborto.

Infusione fredda
-Mettere la mentuccia (opzionale)in polvere in recipiente sigillabile con un volume triplo d’acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare infondere fino a 3 giorni in frigo, scuotendo la soluzione quanto più vigorosamente e spesso possibile.
-Filtrare e scartare i solidi, il sapore risulta molto gradevole senza l’aggiunta di dolcificanti o spezie.

Infusione calda
-Mettere la mentuccia (opzionale)in polvere in un barattolo con un volume doppio d’acqua (opzionale)distillata e sigillarlo.
-Riscaldarlo fino a 40-50C° e mantenere la temperatura fino a due ore per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Ripetere tre volte l’infusione ed il filtraggio, riducendo a metà i tempi d’infusione ed unendone alla fine i liquidi puliti risultanti
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di una lieve fiamma per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato

Tintura
-Mettere la mentuccia (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 2 settimane.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di una lieve fiamma per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Lamiales
Famiglia: Lamiaceae
Tribù: Mentheae
Genere: Clinopodium
Specie: C. nepeta
Nativo: Europa
Plant Hardiness Zone: 5-9
La mentuccia (Clinopodium Nepeta) è una pianta erbosa perenne lunga fino a 80cm.
Ha degli steli eretti coperti da piccole foglioline, produce dei fiori bianchi in estate.
Ha un caratteristico odore simile alla menta, ma più forte e selvatico.

Coltivazione
La mentuccia è una pianta estremamente robusta, molto semplice da coltivare:
-Pressare lievemente i semi in un comune terriccio da vaso umido.
-Coprire con una busta di plastica e tenere lontano dal calore eccessivo per due settimane.
-Non necessità di cure particolari, ama il sole e resiste alla siccità.

La mentucca una lunga tradizione presso alcune comunità come condimento.

Il nome generico deriva dal termine greco ‘klinos’ (letto) e da ‘pous’ (piede), per la forma dei fiori che ricordavano i piedi di un letto.

Era usata comunemente come erba medicinale in tempi medioevali per le sue proprietà diaforetiche, espettoranti, antipiretiche ed utili nei confronti di vari disturbi gastrici.

Si indicava anche come sedativo, analgesico ed antidepressivo; alludendo ad un suo probabile potenziale psicoattivo.

La mentuccia è poco conosciuta oggi, anche in cucina. Rime in voga come condimento di alcune specialità tipiche siciliane come i “crastuni al pomodoro“.

Le informazioni sulle sue potenzialità ricreazionali e medicinali sono andate perdute, viene di solito ignorata anche dagli psiconauti.

Tuttavia ha degli effetti sistemici eterogenei simili all’assenzio selvatico ma molto più intensi.

La mentuccia contiene molte sostanze attive: cubenolo, allo-aromadendrene eposside, cadalene, nepelactone, 1,8-cineolo, alfa-pinene, carvone, carvacrolo, limonene, pulegone, mentone, eugenolo, borneolo, cadinene, piperitenone e piperitone.

Non si sa ancora quale sia l’azione individuale dei vari composti o se ve ne sia un principale.

Effetti antimicrobici:
Flamini, Guido, et al. “Antimicrobial activity of the essential oil of Calamintha nepeta and its constituent pulegone against bacteria and fungi.” Phytotherapy research 13.4 (1999): 349-351.

L’assunzione di mentuccia è controindicata durante gravidanza ed allattamento.

Non si conoscono interazioni farmacologiche pericolose.

Gli unici effetti collaterali riscontrati (dal mio alter-ego) sono tachicardia e respiro corto a dosi eccessive.

Non si conoscono i rischi concreti di un overdose.

Non ci sono casi di dipendenza, danni permanenti o morte in letteratura scientifica relativi al consumo di questa pianta.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mentuccia (Calamintha Nepeta)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I numeri che usavamo per l'assistenza clienti telefonica sono disattivati e non verranno più riattivati. Per comunicare con noi inviateci una mail (visionecurativa@gmail.com) Ritorniamo operativi i 10/12 sperando per allora di avere tutta l'attrezzatura funzionante. Abbiamo in programma una serie di sconti imperdibili da qui alle festività natalizie.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -