Calamo aromatico (Acorus Calamus) secco intero

3.90

In Stock

Una radice dall’odore pungente gradevole per alcuni, fastidioso per altri.

Ha effetti sedativi ed allo stesso tempo stimolanti, le alti dosi sono allucinogene ma pericolose e difficili da consumare per via di nausea e disturbi gastrici. L’asarone, principale composto attivo della pianta, ha anche dimostrate proprietà nootropiche.

Viene usata in fitoterapia contro i crampi dolorosi, per lenire i sintomi delle crisi d’astinenza da narcotici (spossatezza, nausea, insonnia), come dimagrante e perfino per favorire la salute del cuoio capelluto.

Svuota
3.90
forma Intero Tritato In polvere Estratto 10:1 Resina (artigianale)
quantita 25gr 50gr 100gr 125gr 250gr 500gr 1kg 50gr di materia prima 100gr di materia prima 250gr di materia prima 500gr di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Gli psiconauti utilizzano principalmente la radice in polvere nelle seguenti modalità e dosaggi indicativi:
-ingerita o incapsulata/ (sconsigliato per via di eventuali fastidi gastrici) dose lieve 4-7gr \moderata 7-10gr \alta 10-15gr \altissima 15-20gr
-masticata fino all’assorbimento sublinguale dose lieve 5-8gr \moderata 8-11gr \alta 11-16gr \altissima 16-21gr
-infusa/ (sconsigliato per via di eventuali fastidi gastrici) dose lieve 5-8gr \moderata 8-11gr \alta 11-16gr \altissima 16-21gr
-tintura/ (si consiglia l’uso sublinguale senza ingoiare la soluzione) dose lieve 5-8gr \moderata 8-11gr \alta 11-16gr \altissima 16-21gr
-fumata o vaporizzata (150-175C°)\ non si può consigliare un dosaggio, fumare fino ad ottenere l’effetto desiderato

Il suo effetto a dosi normali è stimolante per il fisico e calmante per il sistema nervoso; può anche generare euforia, sensazione di benessere, energia, motivazione, stimolazione al discorso e all’interazione sociale.
Le alte dosi hanno effetti molto simili alla mescalina, specie se combinate ad un MAO-I.
Se non si riesce ad assorbirne abbastanza masticandolo, si può purificare il materiale con un lavaggio in acetone.

Viene usato in fitoterapia per: sollievo da fatica, ansiolisi, rilassamento muscolare, miglioramento dell’umore, perdita di peso, ipotensione, ipoglicemia, potenziamento di memoria, apprendimento, concentrazione e controllo della diarrea.

E’ molto popolare fra gli psiconauti la combinazione psichedelica con cannabis, kanna, klip dagga, ginseng, kava, erba mate, guaranà, caffè, alcohol e funghi allucinogeni.
L’effetto è percepibile istantaneamente se fumato fino a un massimo di 2 ore, se ingerito a stomaco vuoto dopo 1 ora fino a 4 ore in base alla dose.

Il calamo aromatico è uno stimolante che ha anche proprietà sedative e persino allucinogene.
Il suo effetto a dosi normali è stimolante per il fisico e calmante per il sistema nervoso; può anche generare euforia, sensazione di benessere, energia, motivazione, stimolazione al discorso e all’interazione sociale.

Per via della forti proprietà gastro-stimolanti conviene non ingerire la radice di calamo o almeno concentrarla prima.
L’assunzione sublinguale riduce la mole di materiale necessario e la nausea risultante.

Dosi molto alte possono avere effetti visivi molto simili a quelli della mescalina, per combattere la forte nausea indotta da questi dosaggi si può pulire il materiale mischiandolo con acetone e filtrando i solidi.
Le sostanze nauseanti sono infatti solubili nel solvente, ma non quelle desiderate.
I residui ripuliti si possono usare per un estrazione ad acqua.

Medicina convenzionale
Le proprietà sedative, ansiolitiche, antidepressive, antinfiammatorie, analgesiche, antiossidanti, nootropiche, antitussive, broncodilatatorie, ipotensive, dimagranti, ipoglicemiche, antitumorali e cellulo-protettive del calamo aromatico sono supportare dalla ricerca scientifica.

Non viene usato nella medicina convenzionale.

 

Medicina alternativa
Viene usato per sollievo da fatica, ansia, ipotensione, miglioramento dell’umore, ipoglicemia, potenziamento di memoria, apprendimento, concentrazione e controllo della diarrea.

E’ stato da sempre usato nella medicina ayurvedica anche per trattare i sintomi fastidiosi dell’intossicazione da allucinogeni.

Decotto
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata.
-Mettere la radice di calamo (opzionale)in polvere una pentola con un volume triplo d’acqua (opzionale)distillata.
-Coprire con un coperchio e mantenere appena sotto la temperatura d’ebollizione fino a 1 ora per la saturazione
-Filtrare e scartare i solidi,
-(Opzionale) Ripetere tre volte l’infusione ed il filtraggio, riducendo a metà i tempi d’infusione ed unendone alla fine i liquidi puliti risultanti
-(Opzionale) Aggiungere miele se si gradisce.
-(Opzionale) può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di debole calore per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Tintura
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere la radice di calamo (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo della più alta gradazione per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso e lasciare infondere fino a 2 settimane per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di debole calore per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Descrizione
Classe: Liliopsida
Sottoclasse: Arecidae
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Genere: Acorus
Specie: A. calamus
Nativo: Asia
Plant Hardiness Zone: 4-10
Il calamo aromatico (Acorus Calamus) è una pianta erbacea perenne, con un lungo rizoma ramificato da cui partono molte radici.
Le foglie sono giallo-verdine e misurano fino a quasi 1m di lunghezza; sono a forma di spada, simili a quelle dell’Iris.
Produce fiori molto piccoli dall’odore dolce che attira sciami di insetti; è diffuso in tutto il mondo ma fiorisce solo dentro alle pozze d’acqua e il frutto matura raramente in coltivazione.

Coltivazione
Le piante si propagano di solito a partire dai pezzi di rizoma ad inizio primavera o dell’autunno.
-Distanziare le piante di circa 30cm, scegliere un terreno poco drenante e molto ricco
-innaffiare le radici frequentemente.
-Predilige terreni molto ricchi, fangosi, umidi, acquitrinosi o vicini a fiumi e pozze d’acqua.

La prime testimonianze sull’uso del calamo aromatico compaiono addirittura nella Bibbia: Esodo xxx. 23, Cantici iv. 14 e Ezechiele xxvii. 19.

Il suo nome deriva dal termine greco “calamos” che significava canna per via della somiglianza con quest’ultima: a quei tempi veniva usato per dare un tocco di odore gradevole agli ambienti, soprattutto le chiese.
Il nome del genere “Acorus” deriva da “Coreon” , una malattia degli occhi diffusasi in Grecia per cui si somministrava il calamo aromatico.

E’ stato usato per secoli in India nella medicina ayurvedica per le sue proprietà medicinali: emetiche, calmanti, sedative, purificatrici; ma soprattutto come sostituto della coca e durante i lavori pesanti.

Si dice sia stato introdotto in Polonia dai Tartari nel 1574, ma non è mai stato molto usato nel mondo occidentale.

In alcuni esperimenti sui ratti il calamo odoroso ha dimostrato effetti neuroprotettivi nei confronti della neurotossicità indotta da acrilamide oltre a forti proprietà antiossidanti generali.

Il beta-asarone sembra inibire l’adipogenesi nelle cellule T3T-L1 riducendo l’accumulo di lipidi nelle cellule e combattendo l’obesità.

La radice della pianta è anche efficace contro il parassita del bestiame Rhipicephalus microplus.

L’alfa ed il beta asarone sono i principali composti che agiscono sul CNS, l’alta percentuale di eugenolo potenzia la loro azione farmacologica. Hanno un effetto sedativo ed allo stesso tempo stimolante simile alla nicotina: rilassano i muscoli, alleviano la sensibilità al dolore, migliorano la concentrazione, stimolano la libido, riducono appetito, pressione sanguigna e bisogno di dormire.

 

Il calamo aromatico contiene: β-asarone, α-asarone, calamusina, idrossicadinene, cadinadiene, β-daucosterolo, eugenolo, acorone, isoacorone, acorenone, isocalamediolo, calacorene, canfora, canfene, linalolo, carveolo, spatulenolo, sciobunone, elemolo, elemicina, isoelemicina, furaldeide e un triterpenoide pentaciclico.

Probabilmente gli effetti allucinogenici riportati da alcuni dopo l’assunzione sublinguale sono dovuti a β-asarone e α-asarone.

Effetti antidepressivi e sulla qualità del sonno:
Vinod S. Pawar., et al. “Antidepressant–like effects of Acorus calamus in forced swimming and tail suspension test in mice” Asian Pacific Journal of Tropical Biomedicine Volume 1, Issue 1, Supplement, September 2011, Pages S17-S19
Effetti broncodilatatori ed antitussivi:
Shah AJ, Gilani AH Bronchodilatory effect of Acorus calamus (Linn.) is mediated through multiple pathways . J Ethnopharmacol. (2010)
Effetti nootropici e sull’apprendimento:
Geng Y., et al. “Beta-asarone improves cognitive function by suppressing neuronal apoptosis in the beta-amyloid hippocampus injection rats.” Biol Pharm Bull. 2010;33(5):836-43.
Effetti antinfiammatori, antiossidanti ed analgesici:
Muthuraman A, Singh N Attenuating effect of Acorus calamus extract in chronic constriction injury induced neuropathic pain in rats: an evidence of anti-oxidative, anti-inflammatory, neuroprotective and calcium inhibitory effects . BMC Complement Altern Med. (2011)
Effetti ipotensivi:
Pinal Patel, et al. “Antihypertensive effect of rhizome part of Acorus calamus on renal artery occlusion induced hypertension in rats” . Asian Pacific Journal of Tropical Disease Volume 2, Supplement 1, 2012, Pages S6-S10
Effetti antitumorali e cellulo-protettivi:
Sandeep D, Nair CK Protection of DNA and membrane from γ-radiation induced damage by the extract of Acorus calamus Linn.: An in vitro study . Environ Toxicol Pharmacol. (2010)
Effetti dimagranti ed ipoglicemici:
Wu HS, et al Insulin sensitizing activity of ethyl acetate fraction of Acorus calamus L. in vitro and in vivo . J Ethnopharmacol. (2009)

L’assunzione di calamo aromatico è controindicata in chi soffre di pressione bassa, patologie cardiache, prima di un intervento o durante gravidanza e allattamento.

Non sono conosciute interazioni farmacologiche pericolose riguardo a questa pianta.

Gli effetti collaterali più comuni sono acidità gastrica, nausea, vomito e tremori; fumare la sostanza non produce effetti collaterali gastrici e l’assorbimento sublinguale li riduce notevolmente.

L’overdose acuta è pericolosa per il rischio di convulsioni, l’uso intensivo a lungo termine può contribuire all’insorgenza di cancro.

Non sono conosciuti casi di dipendenza o morte in letteratura scientifica relativi al consumo di questa pianta.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Calamo aromatico (Acorus Calamus)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -