papavero giallo tritato

6.90

In Stock

Uno dei papaveri più rari e meno conosciuti, viene considerato tossico ed impiegato solo per la produzione di creme e preparati ad uso locale.

Contiene glaucina, un alcaloide che viene impiegato come sedativo della tosse in alcuni paesi dell’Europa occidentale. Viene anche considerata una potenziale sostanza d’abuso per via degli effetti collaterali che induce sul CNS come narcosi e dissociazione.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO  DESTINATO AD AROMATERAPIA E COLLEZIONE.

Svuota
6.90
forma Tritato In polvere Estratto 10:1 Estratto alcolico
quantita 25g 13g 50g 100g 125g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta
SKU: N/A Category: Tag:

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MEDICINA POPOLARE (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: parte aerea fiorita

-ingerita\ 1-5g 
-decotta\ 5-15g 
-tintura 1:1\ 3-10ml 
-fumata o vaporizzata (125-175C°)\ 

Il papavero giallo è un uno dei papaveri più rari e meno conosciuti

Il papavero giallo ha un buon effetto narcotico rispetto agli altri papaveri non oppiacei: contiene glaucina, un alcaloide che ad alte dosi ha indotto effetti dissociativi nelle cavie.

Medicina convenzionale
Le proprietà sedative, ipnotiche, analgesiche, antitumorali, antitussive, antipiretiche, antinfiammatorie, ipoglicemiche ed antimicrobiche del papavero giallo sono supportate dalla ricerca scientifica.

La glaucina, il suo principale composto attivo, è usata nella produzione di farmaci per il trattamento della tosse.

 

Medicina alternativa
E’ usato nella medicina popolare come analgesico, sedativo e antidiabetico ma non è più molto diffuso.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere il papavero giallo (opzionale)in polvere in una pentola con un volume quadruplo di acqua (opzionale)distillata acida (1-2 cucchiai d’aceto/litro)
-Lasciare sobbollire appena con il coperchio fino a 1 ora per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml) ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere il papavero giallo (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 70%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 2 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Papaverales
Famiglia: Papaveraceae
Genere: Glaucium
Specie: G. flavum
Nativo: Mediterraneo
Plant Hardiness Zone: 5-10
Il papavero giallo (Glaucium Flavum) è un erba biennale che cresce fino a 60cm d’altezza, ha foglie pinnate e coperte da una specie di peluria.
I fiori gialli misurano fino a 10cm di diametro, sono composti da 4 petali e numerosi stami.
Produce frutti di di forma sferoidale dal guscio liscio, pieni di piccoli semi in grado di rimanere dormienti nel terreno fino a più di 80 anni.

Coltivazione
Il papavero giallo è una pianta semplice ma delicata da coltivare:
-Piantare i semi in un terreno molto drenante sabbioso e ricco a piena esposizione solare, a circa 60cm di distanza l’uno dall’altro. L’inizio delle primavera è il periodo ideale.
-Compattare lievemente il terreno di semina e mantenerlo umido fino alla germinazione.
-La germinazione dipende dal clima locale e avviene fra i 4 e 25 giorni.
-Necessitano di molta acqua nei mesi estivi e, in base al posto, anche dell’estirpazione delle piante limitrofe infestanti.
-Potare le parti morte fa molto bene a queste piante, teme il ristagno idrico.

Secondo una leggenda greca il papavero giallo era la creazione del dio del sonno e serviva a lenire il dolore di Demetra dopo la perdita di Persefone.
Da qui diventò simbolo di prosperità e ricchezza, ripristinando col suo potere il normale corso delle stagioni ed i relativi raccolti.

Il poeta Robert Bridges scrisse una poesia in onore dell’aspetto particolare e suggestivo di questa pianta che cresceva vicino casa sua.
Lo scrittore inglese Grigson menziona una vicenda avvenuta vicino Penzance nel 1690 a un tale chiamato Charles Worth.
Il medico di quest’uomo pensava di avergli dato delle innocue erbe salutari che aveva invece scambiato per il papavero giallo, inducendo nel poveretto allucinazioni estreme.

La glaucina, il principale composto psicoattivo presente nel papavero giallo, agisce come un inibitore delle fosfodiesterasi e calcio-antagonista.
Diversi esperimenti condotti sulle cavie da laboratorio hanno rilevato una riduzione di attività locomotoria spontanea e temperatura corporea, oltre al potenziamento di narcosi ed analgesia indotte dai barbiturici.

Ha una lunga tradizione nella produzione di antitussivi data la sua marcata azione broncodilatante ed antinfiammatoria

Le componenti attive del papavero selvatico sono: glaucina, glauvina, O-metilaterolina, sinoacutina ed altri alcaloidi non identificati.

I principali effetti sono dovuti alla glaucina, ma anche gli altri alcaloidi contribuiscono.

Effetti sedativi e sul comportamento:
Cabo, J., et al. “A pharmacological study of Glaucium flavum Crantz II: Central nervous system.” Phytotherapy Research 1.4 (1987): 169-172.
Effetti analgesici:
Cabo, J., et al. “A pharmacological study of Glaucium flavum. Part III. Analgesic activity.” Fitoterapia 59 (1988): 324-328.
Effetti antitumorali:
Bournine, Lamine, et al. “Revealing the anti-tumoral effect of Algerian Glaucium flavum roots against human cancer cells.” Phytomedicine 20.13 (2013): 1211-1218.
Effetti antimicrobici:
Cabo, J., et al. “Glaucium flavum Crantz. IV. Antimicrobial activity.” Microbios 56.228-229 (1988): 177.
Effetti antitussici:
Gastpar, Helmuth, Domenico Criscuolo, and Hans A. Dieterich. “Efficacy and tolerability of glaucine as an antitussive agent.” Current medical research and opinion 9.1 (1984): 21-27.
Efetti ipoglicemici:
Cabo, J., et al. “Glaucium flavum Crantz. Part v: Hypoglycemic activity of the aqueous extract.” Phytotherapy Research 2.4 (1988): 198-200.
Efetti antinfiammatori ed antipiretici:
PINTO, LUISA, et al. “Anti‐inflammatory, Analgesic and Antipyretic Effects of Glaucine in Rats and Mice.” Pharmacy and Pharmacology Communications 4.10 (1998): 502-505.

L’assunzione di papavero giallo è controindicata durante gravidanza ed allattamento.

La nausea e il vomito sono gli effetti collaterali più comuni.

L’overdose estrema può provocare l’arresto respiratorio.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Papavero giallo (Glaucium Flavum)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -