Corydalis (Corydalis yanhusuo) intera

1.90

In Stock
Svuota
1.90
parte Radice Seme
forma Intera Tritata In polvere Resina (artigianale) Tintura (artigianale)
quantita 50gr 100gr 250gr 50gr di materia prima 100gr di materia prima 250gr di materia prima 2 semi 5 semi
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Gli psiconauti utilizzano principalmente la radice in polvere nelle modalità e dosaggi indicativi:
-ingerita o incapsulata\ dose lieve 6-10gr \moderata 10-13gr \alta 13-16gr \altissima 16-20gr
-decotta\ dose lieve 8-12gr \moderata 12-15gr \alta 15-20gr \altissima 20-25gr
-tintura\ dose lieve 6-10gr \moderata 10-13gr \alta 13-16gr \altissima 16-20gr
-fumata o vaporizzata (200-220C°)\ non si può consigliare un dosaggio, fumare fino ad ottenere l’effetto desiderato

La corydalis è una pianta medicinale cinese quasi sconosciuta nel mondo occidentale.
Ha fama di essere un sedativo/analgesico naturale molto blando, per via delle dosi consigliate molto scarse e della standardizzazione per il solo contenuto di tetraidropalmitina; uno delle tante componenti attive a contribuire all’effetto.

Se correttamente dosata il suo valore analgesico/sedativo è pari a circa il 40% della potentissima e pericolosa morfina.

Ad alte dosi sembra spingere gli psiconauti verso uno stato di incoscienza in cui si possono anche avere visioni offuscate o vere e proprie allucinazioni, se assunta in combinazione con i MAOI.

Gli psiconauti la combinano spesso con cannabis, al papavero della california, messicano, selvatico e giallo.
L’effetto è percepibile immediatamente fono a 1 ora se fumata o vaporizzata, dopo 25m per 5 ore in base alla dose se ingerita oralmente.

La corydalis non è conosciuta come pianta dal potenziale ricreazionale, ma solo come rimedio tradizionale cinese.

Produce uno stato di rilassamento fisico, leggerezza, sedazione, tranquillità mentale, calore corporeo, formicolii, intorpidimento, sonnolenza, alterazione mentale, alterazione delle percezioni fisiche e sensazioni oniriche.
Se abbinato ad un MAOI, il corpo viene completamente tagliato fuori ed è possibile avere allucinazioni o visioni ad occhi chiusi.

Per evitare delusioni, se si vuole evitare l’assunzione orale, conviene concentrare un minimo il materiale ed adoperare un vaporizzatore per effetti profondi.
Se viene fumata o assunta a grandi dosaggi oralmente, gli effetti sedativi e ipnotici diventano molto più profondi: molto simili a quelli dell’oppio, ma senza la componente euforica.
La cannabis, il papavero della california e quello messicano sembrano sopperire a questa mancanza e rendere l’esperienza anche più coinvolgente di una classica intossicazione da oppio.

Medicina convenzionale
Le proprietà ansiolitiche, sedative, analgesiche, antidepressive, antitumorali, antinfiammatorie, antibatteriche ed antiossidanti sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usata nella medicina convenzionale.

Medicina alternativa
La radice di corydalis è molto poco conosciuta nel mondo occidentale, nella medicina tradizionale cinese invece ha una lunga tradizione come analgesico e sedativo che dura ancora oggi.
In Cina si impiega per trattare crampi mestruali, irritazione addominale, del busto, vermi, ipertensione, dismenorrea, ernia, lombaggine, nervosismo, insonnia, ansia, cataratte, allergie, patologie cardiache, epatiche e della milza,

Il suo valore analgesico/sedativo è pari a circa il 40% della potentissima e pericolosa morfina.

Decotto
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata
-Mettere la radice di radice di corydalis (opzionale)in polvere con un volume triplo d’acqua (opzionale)distillata in una pentola.
-Scaldare la mistura fino a farla bollire lievemente e mantenere la temperatura fino a 3 ore per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi,
-(Opzionale) Ripetere tre volte l’infusione ed il filtraggio, riducendo a metà i tempi d’infusione ed unendone alla fine i liquidi puliti risultanti
-(Opzionale) Aggiungere miele se si gradisce.
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di un debole calore per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Tintura
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata ed una spruzzatina d’etanolo
-Mettere la radice di corydalis (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e mantenere in infusione fino a 3 settimane per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di un debole calore per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Descrizione
Ordine: Ranunculales
Famiglia: Papaveraceae
Genere: Corydalis
Specie: C. yanhusuo
Nativo: Cina
Plant Hardiness Zone: 4-8
La coridalys (Corydalis Yanhusuo) è una pianta perenne che cresce fino ad un massimo di 30cm, ha un apparato radicale da cui spuntano molti tuberi gialli di forma rotondeggiante e larghi come piselli.
Le foglie sono ternate e lo scapo spoglio, in cima a questo sbocciano dai 4 agli 8 fiori bianco-verdini; produce una capsula contente molti semi raggruppati in un unico racemo.

Coltivazione
La corydalis non è difficile da coltivare, ma i semi sono attivi per breve tempo:
-Mantenere fino a due settimane i semi in un panno umido in frigo.
-Piantarli possibilmente in primavera/autunno a mezza esposizione solare in un terreno ricco, sottile e molto drenante a una profondità inferiore a 1cm.
-Mantenere umido il terreno fino alla crescita delle prime foglioline (1-3 mesi).
-Evitare il trapianto prima dei 2 anni di vita, fornire regolarmente fertilizzante in base al tipo di terreno di crescita.

La corydalis ha una lunga tradizione medicinale in Asia e, soprattutto, in Cina come potente analgesico e sedativo: si impiega per trattare crampi mestruali, irritazione addominale, del busto, patologie cardiache, epatiche, della milza, ipertensione, vermi, dismenorrea, ernia, lombaggine, nervosismo, insonnia, ansia, cataratte ed allergie.

Fa parte della Medicina Tradizionale Cinese sin dal XIII A.C. e se ne trova menzione nella Materia Medica di Ch’en Can-Zi.

Non ci sono testimonianze di un possibile uso narcotico o rituale in qualche antica comunità del passato, ma potrebbero essere andate perdute.

La corydalis è decisamente poco usata in fitoterapia moderna, di solito solo per dolori e disturbi nervosi di lieve entità; anche se il suo valore analgesico/sedativo supera quello dei convenzionali farmaci da banco ed è pari al 40% dell’azione della potentissima morfina.

Le proprietà ansioitiche, sedative, analgesiche, antidepressive, antitumorali, antinfiammatorie, antibatteriche ed antiossidanti sono state validate dalla ricerca scientifica; non presenta solitamente effetti collaterali di rilievo e non crea dipendenza.

Ad alte dosi, il corpo viene completamente tagliato fuori ed è possibile avere allucinazioni o visioni ad occhi chiusi.
Lo psichiatra Robert Heath usò infatti la bulbocapnina per indurre uno stato alterato di stupore e distaccamento dal corpo nei suoi esperimenti folli sui prigionieri della prigione di stato della Luisiana.

La corydalis contiene molti alcaloidi dalle diverse azioni fisiologiche: tetraidropalmitina, isocoripalmina, stilopina, coridalina, columbamina, coptisina, 13-meilpalmatina, deidrocoribulbine, bulbocapnina, protopina, metil tetraidroprotoberberine e glaucina.

La tetraidropalmitina è considerato l’alcaloide principale: agisce su dopamina, serotonina e GABA.
La bulbocapnina ha effetti simili all’apomorfina.
La protopina ha effetti fisiologici tipici dell’oppio e degli antistaminici di vecchia generazione insieme.
La glaucina, la deidrocoribulbina e le metil tetraprotoberberine sono agonisti K oppioidi.
L’azione totale del fitocomplesso è impossibile da discernere dall’apporto individuale di ciascun alcaloide.

Effetti antipertensivi:
Lin, M. T., et al. “ANTIHYPERTENSIVE EFFECTS OF dl‐TETRAHYDROPALMATINE: AN ACTIVE PRINCIPLE ISOLATED FROM CORYDALIS.” Clinical and experimental pharmacology and physiology 23.8 (1996): 738-745.
Effetti analgesici e antinfiammatori:
Zhang, X. H., T. L. Lu, and C. Q. Mao. “Analgesic and anti-inflammatory effects of different kinds of Corydalis yanhusuo.” Lishizhen Medicine and Materia Medica Research 20 (2009): 449-450.
Effetti antidepressivi:
Xu, Lin-Feng, et al. “Protopine inhibits serotonin transporter and noradrenaline transporter and has the antidepressant-like effect in mice models.” Neuropharmacology 50.8 (2006): 934-940.
Effetti ansiolitici:
Henkes, Herman, et al. “Evaluation of the anxiolytic properties of tetrahydropalmatine, a Corydalis yanhusuo compound, in the male Sprague-Dawley rat.” AANA journal 79.4 (2011).
Effetti antibatterici:
HU, Ding-hui, et al. “Studies on antibacterial properties isolated from Rhizoma corydalis [J].” Liaoning Journal of Traditional Chinese Medicine 4 (2007): 075.
Effetti antiossidanti:
Kim, You Ah, et al. “Antioxidant activity of dihydrofurocoumarins from Corydalis heterocarpa.” Biotechnology and Bioprocess Engineering 19.5 (2014): 771-779.
Effetti antitumorali:
Zhang, Bin, et al. “Antitumor lignanamides from the aerial parts of Corydalis saxicola.” Phytomedicine (2016).

E’ controindicata la somministrazione in chi soffre di patologie cardiache e renali.

Non sono note interazioni farmacologiche pericolose.

L’overdose è pericolosa ma non letale.

Non sono noti effetti collaterali.

Non ci sono casi di morte, danni permanenti o dipendenza in letteratura scientifica relativi al consumo della radice di corydalis.

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Corydalis (Corydalis yanhusuo)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da domani 14/11 le spedizioni sono sospese fino a lunedi. Gli ordini già pagati (e i contrassegni già inoltrati) verranno regolarmente spediti.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -