Edera (Hedera Helix) foglie fresche

5.90

In Stock

Una della piante rampicanti più diffuse in Italia, non è più utilizzata a scopo medicinale sebbene l’azione di distensione e stimolazione ghiandolare sui bronchi ne faccia uno dei più potenti espettoranti naturali.

Viene citata nel libro “Flora Psicoattiva Italiana” come un possibile allucinogeno, tuttavia le dosi necessarie inducono spesso intossicazioni anche gravi (in alcuni casi l’overdose può essere mortale).

Dosi più leggere assunte tramite vaporizzazione sarebbero, secondo lo stesso Toro, inebrianti.

 

Svuota
5.90
parte Foglia Frutto
condizione Fresco Secco
forma Intero Tritato In polvere Resina (artigianale)
quantita 25gr 50gr 100gr 125gr 250gr 500gr 1kg 50gr di materia prima 100gr di materia prima 250gr di materia prima 500gr di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Gli antichi erboristi utilizzano la foglia e la bacca in polvere nelle seguenti modalità e dosaggi indicativi:
-ingerita o incapsulata\ dose -ingerita o incapsulata \dose medicinale 0,2-0,5gr
-infusa\ dose medicinale 0,3-0,6gr
-tintura\ dose medicinale 0,3-0,6gr
-fumata o vaporizzata (180-200C°)\ non si può consigliare un dosaggio, fumare fino ad ottenere l’effetto desiderato

Le qualità curative dell’edera sul sistema respiratorio sono note da secoli, ma l’uso è andato perduto per via della sua moderata tossicità (anche se dovuta ai dosaggi eccessivi). Viene raramente indicata per la cura di irritazioni alle vie aeree, disturbi polmonari, muco, problemi epatici, gotta, dolori articolari, scrofolosi, disturbi della milza e della vescica. I suoi effetti sono anche più efficaci dei farmaci espettoranti tradizionali.

L’uso ricreazionale non è diffuso, ma gli antichi Egizi la usavano come narcotico insieme a giusquiamo e mandragora. Fra i Greci era conosciuta come inebriante ed associata all’intossicazione estatica delle baccanti.

Gli effetti delle dosi ricreazionali sono percepibili immediatamente fino a 1 ora se fumata, l’ingestione di alti dosaggi è sconsigliata per via di effetti collaterali molto severi..

L’uso ricreazionale non è diffuso, ma gli antichi Egizi la usavano come narcotico insieme a giusquiamo e mandragora. Fra i Greci era conosciuta come inebriante ed associata all’intossicazione estatica delle baccanti.

Gli effetti delle dosi ricreazionali sono percepibili immediatamente fino a 1 ora se fumata, l’ingestione orale a scopo ricreazionale è sconsigliata per via di effetti collaterali molto severi.

L’uso ricreazionale dell’edera non è diffuso, ma secondo molte testimonianze sembra avere un effetto allucinogeno simile ad una fortissima sbronza. Secondo altri sarebbe delirogena come le solanacee velenose.

Le foglie fumate hanno un effetto diverso, più inebriante che allucinogeno.

Medicina convenzionale
Le proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche, antielmintiche, broncodilatatrici, antiasmatiche, antitussive, espettoranti, antibatteriche ed antitumorali dell’edera sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usata in medicina convenzionale

 

Medicina alternativa
In fitoterapia alternativa è indicata per la cura di irritazioni alle vie aeree, disturbi polmonari, muco, problemi epatici, gotta, dolori articolari, scrofolosi, disturbi della milza e della vescica

Esternamente si applica su bruciature, calli, dermatite, dolore nervoso, parassiti, ulcere, dolore muscolare e gonfiore vascolare.

Infuso
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata
-Mettere l’edera (opzionale)in polvere in un barattolo con volume doppio d’acqua (opzionale)distillata e sigillarlo.
-Scaldare la mistura fino a diventare bella calda (40-50C°) e mantenere la temperatura fino a 3 ore per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi,
-(Opzionale) Ripetere tre volte l’infusione ed il filtraggio, riducendo a metà i tempi d’infusione ed unendone alla fine i liquidi puliti risultanti
-(Opzionale) Aggiungere miele se si gradisce.
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di calore estremamente debole per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Tintura
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere i l’edera (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e mantenere in infusione fino a 2 settimane per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di una ventola o calore estremamente debole per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato

Descrizione

Classe: Magnoliopsida
Ordine: Apiales
Famiglia: Araliaceae
Genere: Hedera
Specie: H. helix
Sottospecie H. h. Helix
Nativo: Europa, Asia
Plant Hardiness Zone: 5-11
L’edera (Hedera Helix) è una pianta sempreverde rampicante che cresce fino a 30m d’altezza quando ha sufficienti appigli a disposizione, può anche svilupparsi a guisa di tappeto erboso quando non ne ha.
Sviluppa delle foglie alternate lunghe fino a 10cm e produce delle infiorescenze a forma di ombrello dalla fine dell’estate fino all’autunno, costituite da piccoli fiori di colore giallo.verdino.
Produce dei frutti di colore viola-nero a forma di ciliegia, misurano poco più di 5mm di diametro e vengono mangiati dagli uccelli.

Coltivazione
L’edera è una pianta un po’ difficile da far germinare:
-Conservare a i semi in frigorifero fino a 60 giorni.
-Mettere a mollo i semi per una notte in acqua a temperatura ambiente.
-Pressare lievemente i semi in un contenitore con terriccio per vasi umido e coprire la superficie con un sottile strato di pacciame.
-Tenere il contenitore a mezz’ombra e mantenere umido il terriccio fino alla germinazione (da 10 giorni a 6 mesi).
-Una volta sviluppatesi le piantine, può essere trapiantato in un luogo a mezz’ombra.
-Non necessità di cure particolari, teme il ristagno idrico.

Gli Egiziani preparavano un sonnifero/anestetico molto potente con foglie di edera, radice di mandragora, fiori di giusquiamo e vino.

Era conosciuta dagli antichi Greci che ne facevano corone per i poeti e sposalizi; se ne cibavano e se ne adornavano la fronte per guardarsi dalle intossicazioni, la pianta era dedica al dio Bacco ed alle baccanti. Veniva consumata anche come sostituto dell’alcohol ed inebriante.

I Romani la usavano come foraggio per il bestiame.

Si usava anticamente in erboristeria per la cura dei disturbi respiratori.

Le qualità curative dell’edera sul sistema respiratorio sono note da secoli, ma l’uso è andato perduto per via della sua moderata tossicità.

Diversi studi scientifici hanno individuato nella pianta composti dalla decisa attività espettorante, antitussiva, broncostimolante e broncoprotettiva che ne giustificano l’applicazione tradizionale come rimedio per i disturbi respiratori.

E’ stata confrontata con l’ambroxolo, un farmaco mucolitico convenzionale, risultando molto più efficace.

L’edera contiene ederasaponina-C, α-ederina, ederacoside C, ederagenina, falcarinolo, dideidrofalcarinolo, glucopiranosilederagenina, elixoside A , elixoside B, acido oleanolico, glucopiranosile, esteri del glucopiranosile, acido echinocistico, α-pinene, β-pinene, limonene, inoside, sabinene, cariofillene, germacrene, acido clorogenico, acido neoclorogenico, acido dicaffeoilquinico, acido rosmarinico, acido caffeico, acido protocatecuico, rutina, kaempferolo, isoquercitrina, astraglina, quercetina, 3-ramnoglicosil kaempferolo ed emetina.

Il principale composto farmacologico è l’ederacoside (broncodilatatore/espettorante); ederagenina, ederasaponina-C ed α-ederina hanno effetti antidepressivi, antitussivi e sedativi. Non si sa bene quale o quali siano i responsabili dell’effetto allucinogeno/inebriante.

Effetti antispasmodici:
Trute, Andreas, et al. “In vitro antispasmodic compounds of the dry extract obtained from Hedera helix.” Planta medica 63.02 (1997): 125-129.
Effetti antinfiammatori:
Süleyman, H., et al. “Acute and chronic antiinflammatory profile of the ivy plant, Hedera helix, in rats.” Phytomedicine 10.5 (2003): 370-374.
Effetti antielmintici:
Julien, J., et al. “Extracts of the ivy plant, Hedera helix, and their anthelminthic activity on liver flukes.” Planta medica 51.03 (1985): 205-208.
Effetti antibatterici:
Cioaca, C., C. Margineanu, and V. Cucu. “The saponins of Hedera helix with antibacterial activity.” Die Pharmazie 33.9 (1978): 609.
Effetti broncodilatatori ed antiasmatici:
Hofmann, D., M. Hecker, and A. Völp. “Efficacy of dry extract of ivy leaves in children with bronchial asthma–a review of randomized controlled trials.” Phytomedicine 10.2 (2003): 213-220.
Effetti antitumorali:
Kumara, Swamy S. Muthu, and Benny Tan Kwong Huat. “Extraction, isolation and characterisation of antitumor principle, α-hederin, from the seeds of Nigella sativa.” Planta medica 67.01 (2001): 29-32.
Effetti antiossidanti:
Gülçin, İlhami, et al. “Antioxidant activity of saponins isolated from ivy: α-hederin, hederasaponin-C, hederacolchiside-E and hederacolchiside-F.” Planta medica 70.06 (2004): 561-563.
Effetti espettoranti ed antitussici:
Song, Kee Jae, et al. “Expectorant and antitussive effect of Hedera helix and Rhizoma coptidis extracts mixture.” Yonsei medical journal 56.3 (2015): 819-824.

L’assunzione di edera è controindicata nei bambini o durante gravidanza ed allattamento.

Può causare disturbi gastrici.

L’overdose è pericolosa.

Non ci sono casi di dipendenza in letteratura scientifica relativi al consumo di questa pianta.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Edera (Hedera Helix)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In attesa di alcune importanti forniture Visione Curativa va in pausa fino al 27/01. Gli ordini già pagati ( e i contrassegni inoltrati) verranno regolarmente spediti.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -