Borragine (Borrago Officinalis) fiore fresco

3.90

In Stock

Una pianta molto presente nella cucina mediterranea, simboleggia la felicità e la calma fin dai tempi degli antichi Greci.

Le foglie contengono piccole quantità di alcaloidi pirrolizidinici potenzialmente epatotossici, i casi di intossicazione sono estremamente rari ma i soggetti vulnerabili dovrebbero prestare particolare attenzione.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E CAMPIONATURA BOTANICA.

Svuota
3.90
parte Foglia Fiore
condizione Fresca Secca
forma Intera Tritata In polvere Estratto alcolico
quantita 5g 25g 50g 100g 250g 1kg 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MEDICINA POPOLARE (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: fiore, foglia

Viene combinata con ginseng, ashwagandha, motherworth, tarassaco, cohosh nero come tonico generale.

Viene impiegata insieme ad aglio, prezzemolo, cipolla, pepe nero, peperoncino e grespino per la preparazione di zuppe nella cucina tradizionale siciliana.

La borragine ha delle blande proprietà sedative, viene citata nel libro “Flora Psicoattiva Italiana” come un possibile oneirogeno per via del suo contenuto di alcaloidi (lycopsamina, amabilina, intermesina e thesinina).

Purtroppo non ci sono testimonianze di prima mano sull’uso ricreazionale di questa pianta.

Medicina convenzionale
Le proprietà antimicrobiche, antiossidanti, analgesiche, antinfiammatorie, ansiolitiche, cardioprotettive, gastroprotettive, neuroprotettive, antirritanti, antietà, benefiche su vie aeree, sindrome premestruale e disturbi menopausali della borragine sono supportate dalla ricerca scientifica.

Viene usata contro disfunzioni polmonari croniche, artrite reumatoide e per stimolare lo sviluppo nei neonati prematuri.

Viene indicata alle volte in neuropatia come terapia alternativa contro i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa.

 

Medicina alternativa
In fitoterapia alternativa le foglie ed i fiori si usano anche contro febbre, tosse, malattie del sangue, insufficienza adrenale, disturbi polmonari e depressione.

Si usa esternamente contro la dermatite seborroica e come emolliente.

E’ utile anche come sedativo e diuretico.

Trova impiego anche in cucina e nella preparazione dei cosmetici.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere la borragine (opzionale)in polvere in una pentola con un volume triplo di acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare sobbollire appena fino a 30m per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Vino infuso
-Mettere in un blender la borragine fresca con metà del suo volume di brandy, metà di limonata, metà di ghiaccio, tre volte di vino bianco, tre volte di champagne, zenzero e zucchero di canna a piacere per insaporire,
-Frullare fino alla completa omogeneizzazione.
-Tenere in frigo per una settimana, quindi filtrare e scartare i solidi.
-Servire freddo
-(Opzionale) Decorare con fiori di borragine.

Fiori dolci
-Intingere i fiori di borragine in un composto di chiara d’uova sbattuta.
-Ricoprirli interamente di zucchero di canna e lasciare asciugare alla finestra o nel forno a 50-60C°.

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Solanales
Famiglia: Boraginaceae
Genere: Borago
Specie: B. officinalis
Nativo: Siria, Mediterraneo
Plant Hardiness Zone: 5-10
La borragine (Borago Officinalis) è una pianta erbosa perenne che cresce fino a 20cm d’altezza da una radice di colore giallo.
Sviluppa parecchie foglie di forma lanceolata, piatte e lunghe.
I fiori sono blu con lacinie bordate di violetto.

Coltivazione
La borragine è una pianta comune molto semplice da coltivare:
-In primavera pressare lievemente i semi in un terreno ricco, umido e ben drenante a piena esposizione solare.
-Mantenere umido il terriccio fino alla germinazione.
-Non necessita di cure particolari.
-Teme il freddo eccessivo, ma sopravvive spesso all’inverno.

Il nome “Borrago” deriva dal latino “Corago” in relazione alle proprietà benefiche della pianta per il cuore.
Plinio la chiamò invece “Euphrosinum”, perchè dava felicità a chi la consumava.
Sia Plinio che Dioscoride la identificano come l’ingrediente del famoso “nepente (termine arcaico per analgesico/antinfiammatorio) di Omero”, insieme al vino in grado di indurre il completo oblio.

John Evelyn scrisse nel XVII secolo che la borragine è in grado di riattivare l’ipocondriaco e sollevare lo studente zelante.
Anche Gerard, Parkinson e Bacone ne lodarono l’effetto stimolante ed antidepressivo,
Culpepper ne loda le proprietà utili contro la febbre pestilenziale, il veleno dei serpenti, l’ittero, la malnutrizione, il mal di gola ed i reumatismi.

Studi moderni hanno dimostrato l’azione protettrice della pianta sulla pressione sistolica sanguigna e sulla frequenza cardiaca, che porta anche ad un aumento della performance del cuore; in altre ricerche è emersa la capacità di ridurre il colesterolo sanguigno.
Inoltre è ricca di acido gamma-linolenico e linolenico, che servono alla produzione delle prostaglandine coinvolte nella regolazione dei disturbi mestruali e di malattie della pelle
Ha anche un gentile effetto sedativo e favorisce la diuresi.

I fiori sono usati anche nella preparazione di cosmetici.

La borragine contiene sotto il profilo nutritivo: trigliceridi, acidi grassi (acido linoleico 35%-38%, acido oleico 16%-20%, acido palmitico (10%-11%), acido stearico 3.5%-4.5%, acido eicosenoico 3.5%-5.5%, acido erucico 1.5%-3.5%, acido stearidonico, tocoferoli (vitamina E).
Sono stati trovati anche molti composti fenolici (acido gallico, acido rosmarinico, oleuropeina ed altri), flavonoidi, alcaloidi (lycopsamina, amabilina, intermesina e thesinina) e sterolo.

I composti fenolici e i tocoferoli sono responsabili delle potenti proprietà antiossidanti della pianta; l’acido stearidonico degli effetti sulle prostaglandine; l’acido rosmarinico del leggero effetto sedativo; l’oleuropeina ha dimostrate proprietà benefiche su varie condizioni morbose come neoplasie, disturbi cardiovascolari, diabete e patologie neurodegenerative; glia alcaloidi potrebbero avere effetti oneirogeni; l’acido gamma ed alfa linolenico vengono si trovano in vari integratori alimentari essendo presenti in pochi alimenti (nella borragine è il principale acido grasso presente).

Effetti analgesici:
Shahraki, Mohammad Reza, Mahdieh Ahmadimoghadm, and Ahmad Reza Shahraki. “The Antinociceptive Effects of Hydroalcoholic Extract of Borago Officinalis Flower in Male Rats Using Formalin Test.” Basic and clinical neuroscience 6.4 (2015): 285.
Effetti antinfiammarori ed antiossidanti:
Conforti, Filomena, et al. “In vivo anti-inflammatory and in vitro antioxidant activities of Mediterranean dietary plants.” Journal of Ethnopharmacology 116.1 (2008): 144-151.
Effetti ansiolitici ed antiossidanti:
Mrudula, Giri. “Antistress and antioxidant effects of borago officinalis leaves.” Journal of drug discovery and therapeutics 2.18 (2014).
Effetti gastroprotettivi, cardioprotettivi e benefici sulle vie aeree:
Gilani, Anwarul Hassan, Samra Bashir, and Arif-ullah Khan. “Pharmacological basis for the use of Borago officinalis in gastrointestinal, respiratory and cardiovascular disorders.” Journal of ethnopharmacology 114.3 (2007): 393-399.
Effetti neuroprotettivi:
Ghahremanitamadon, Fatemeh, et al. “Protective effects of Borago officinalis extract on amyloid β-peptide (25–35)-induced memory impairment in male rats: a behavioral study.” BioMed research international 2014 (2014).
Effetti benefici su sindrome premestruale e disturbi menopausali:
Gama, Carlos Romualdo Barboza, et al. “Premenstrual syndrome: clinical assessment of treatment outcomes following Borago officinalis extract therapy.” RBM 71 (2014): 211-217.
Effetti antitumorali:
Conforti, F., et al. “Antiproliferative activity against human tumor cell lines and toxicity test on Mediterranean dietary plants.” Food and chemical toxicology 46.10 (2008): 3325-3332.
Effetti antibatterici ed antiossidanti:
Aliakbarlu, Javad, and Hossein Tajik. “Antioxidant and antibacterial activities of various extracts of Borago officinalis flowers.” Journal of Food Processing and Preservation 36.6 (2012): 539-544.
Effetti antirritanti, lenitivi ed antietà:
Habif, Stephan Samuel, et al. “Borage seed oil as an anti-irritant in compositions containing hydroxy acids or retinoids.” U.S. Patent No. 5,989,572. 23 Nov. 1999.
Non si conoscono controindicazioni o interazioni farmacologiche pericolose per l’assunzione di borragine.

Non sono noti effetti collaterali.

Il consumo eccessivo a lungo termine può causare danni epatici in popolazioni particolari.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Borragine (Borrago Officinalis)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ordini sono stati disattivati fino al 24/01. Quelli inoltrati e pagati prima del break verranno regolarmente spediti

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -