Ombelico di Venere (Umbilicus Rupestris) fresco

0.90

In Stock

Una pianta dall’aspetto inconfondibile, non è più in voga in fitoterapia moderna.

In passato veniva largamente usato per il trattamento di geloni e vene varicose per le sue proprietà sui chemocettori e la circolazione. Basta schiacciare una foglia tra le dita per sentire un brivido rinfrescante.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E COLLEZIONE.

Svuota
0.90
parte Foglia Seme
forma Intero Estratto alcolico
quantita 25g 50g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima Circa 10 semi Circa 25 semi Circa 50 semi
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MEDICINA POPOLARE (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: foglie fresche

Localmente si applicava su ferite, infezioni, ustioni, scottature, infiammazioni, pustole da fuoco di San Antonio, emorroidi, sciatica e gotta ed altri disturbi epidermici.

E’ una delle poche piante che riesce a rivaleggiare con l’aloe in quanto ad azione rinfrescante, emolliente e lenitiva sulla pelle.
Una volta seccata perde gran parte delle sue proprietà soprattutto quelle rinfrescanti.

Veniva combinato con il giusquiamo per la produzione di preparati antinfiammatori e per la cura della pelle.

Medicina convenzionale
Le proprietà antimicrobiche, gastroprotettive, antinfiammatorie, antiulcera ed antiossidanti dell’ombelico di Venere sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usato in medicina convenzionale.

 

Medicina alternativa
Veniva indicato nella medicina popolare contro irritazioni, bruciori, disturbi gastrici, problemi intestinali, patologie epatiche, problemi alla milza, epilessia, calcoli renali ed adenite tubercolare.

Localmente si applicava su ferite, infezioni, ustioni, scottature, infiammazioni, pustole da fuoco di San Antonio, emorroidi, sciatica e gotta ed altri disturbi epidermici.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere l’ombelico di venere in una pentola con un volume triplo d’acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare sobbollire appena fino a 30m per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-Mettere l’ombelico di venere (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 70%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 2 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Rosales
Famiglia: Crassulaceae
Genere: Umbilicus
Specie: U. rupestris
Nativo: Europa
Plant Hardiness Zone: 6-9
L’ombelico di Venere (Umbilicus Rupestris) è una pianta carnosa che cresce fino a 25cm d’altezza.
Le foglie lisce sono a forma di ombelico, rotonde e con una depressione centrale.
Produce dei fiori di colore rosa-verdastro a forma di campana che si raggruppano in una vistosa infiorescenza verticale.

Coltivazione
L’ombelico di Venere è una pianta molto semplice da coltivare.
-Seppellire superficialmente in primavera in un comune terreno ricco e ben drenante, a mezz’ombra.
-mantenere il terriccio umido fino alla germinazione, non richiede molto tempo di solito
-Teme la luce diretta del sole e la siccità.

L’ombelico di venere ha una lunghissima tradizione in omeopatia come antinfiammatorio ed analgesico anche se oggi non è più molto in voga.
In Inghilterra nella contea di Dorset si usa portare un pezzo della pianta al collo come portafortuna.
Si metteva spesso sotto la suola delle scarpe per dare sollievo e combattere i calli da sfregamento.
L’erborista inglese Jonh Gerard ne elogiava l’applicazione locale contro infezioni della pelle, fuoco di San Antonio, tumori e qualsiasi disturbo infiammatorio epidermico.
Culpeper ne lodava le proprietà diuretiche e benefiche sui reni, oltre all’azione di sollievo contro bruciori ed infiammazioni sia con il consumo interno che locale.
Veniva considerato un ottimo farmaco contro l’adenite tubercolare, una malattia infettiva dei linfonodi allora chiamata malanno dei re.

L’uso medicinale dell’ombelico di Venere è andato perduto da tempo.

Le proprietà antinfiammatorie, gastroprotettive, antimicrobiche, antiossidanti ed antiulcera sono emerse da lavori scientifici autorevoli; validando molte delle antiche applicazioni della medicina tradizionale.

La composizione chimica dell’ombelico di Venere non si conosce perfettamente.
Contiene trimetilammina, composti fenolici, sai di ammonio, nitrato di potassio, glucosidi antrachinonici, sali di potassio, sodio, calcio, ossido di ferro, mucillagini, cellulose, tannini ed oli volatili.

Si pensa che l’effetto antinfiammatorio e lenitivo sia dovuto ad alcuni glucosidi antrachinonici. I composti fenolici sono responsabili dell’effetto antiossidante.

Effetti gastroprotettivi ed antiulcera:
Yahia, Massinissa, et al. “Ulcer Healing and Gastroprotective Activity of Methanolic Extracts of Hyoscyamus Albus and Umbilicus Rupestris Leaves against Gastric Injury Caused by Ethanol in Rats.” Global Journal of Research and Review (2017).
Effetti antimicrobici ed antiossidanti:
Afaf Benhouda, et al.“Antimicrobial and antioxidant activities of various extracts of Hyoscyamus albus L. and Umbilicus rupestris L. leaves.” ALGERIAN JOURNAL OF NATURAL PRODUCTS. 2014;2(1):4-17
Effetti antinfiammatori:
Benhouda, A., and M. Yahia. “Toxicity and anti-inflammatory effects of methanolic extract of Umbilicus rupestris l. leave (crassulaceae).” Int J Pharm Bio Sci6 (2015): 395-408.
Non si conoscono controindicazioni o interazioni farmacologiche per l’assunzione di ombelico di venere.

Non sono noti effetti collaterali.

/vc_tta_section]

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ombelico di Venere (Umbilicus Rupestris)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non è più possibile pagare tramite bonifico, per adesso l'unica opzione di pagamento è la ricarica sulla mia postepay.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -