Reishi (Ganoderma lucidum) intero

3.90

In Stock

Un fungo originario della Cina ormai diffusosi in tutto il mondo e considerato da molti come una sorta di panacea. E’ ricco di molti composti farmacologicamente importanti che agiscono in maniera sinergica: le sue proprietà antitumorali, immunostimolanti, antiossidanti, antinfiammatorie, ipoglicemiche, ipolipidiche e ipotensive sono supportate dalla ricerca scientifica.

Gran parte degli estratti e delle preparazioni a base di reishi presenti sul mercato non contengono realmente il corpo fruttifero del fungo (la parte più pregiata) ma solo il micelio che in caso di funghi coltivati è molto povero come componenti pregiate.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E COLLEZIONE.

Svuota
3.90
forma Intero Tritato
quantita 25gr 50gr 100gr 250gr
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MTC (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: fungo intero

-decotto\ 4-15g 
-tintura 1:1\ 3-10ml

Gran parte degli estratti e delle preparazioni a base di reishi presenti sul mercato non contengono realmente il corpo fruttifero del fungo (la parte più pregiata) ma solo il micelio che in caso di funghi coltivati è molto povero come componenti pregiate.

I nostri cappelli secchi vengono importati in forma intera e selezionati in base alla dimensione.

Non sono funghi secchi edibili, non vanno consumati in nessun modo.

Viene spesso combinato con chaga e curcuma a scopo antitumorale.

In MTC si assume due volte al giorno per almeno 2 settimane prima di ottenerne i massimi benefici.

Medicina convenzionale
Le proprietà immunomodulanti, antimurali, chemoprotettive, ipolipidiche, ipoglicemiche, epatoprotettive, antinfiammatorie, antiossidanti, antiandrogeniche, estrogeniche, antierpetiche, antiallergiche, antibatteriche, antiulcerogeniche, ipotensive, antivirali e utili al trattamento dell’HIV del reishi sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene impegato in medicina convenzionale.

Medicina alternativa
Il reishi si usa in medicina tradizionale cinese per il trattamento di infezioni virali, asma, bronchite, patologie cardiache, ipertensione, colesterolo alto, cancro, HIV, mal di montagna, sindrome da fatica cronica, insonnia, ulcere allo stomaco, avvelenamento, herpes, patologie renali ed epatiche.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere il reishi tritato in una pentola con un volume triplo di acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare sobbollire appena con il coperchio fino a 1 ora per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e strizzare via tutti i liquidi dai solidi.
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere il reishi tritato in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 50%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 2 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione
Regno: Fungi
Divisione: Basidiomycota
Classe: Basidiomycetes
Ordine: Polyporales
Famiglia: Ganodermataceae
Genere: Ganoderma
Specie: G. lucidum
Nativo: Asia
Plant Hardiness Zone: 6-10
Il reishi (Ganoderma lucidum) è un fungo poliporo di colore rosso a forma di rene. In genere cresce sugli aceri ed è molto raro allo stato selvatico.

Coltivazione
Per coltivare questo fungo si necessita di particolari attrezzature difficilmente reperibili per un hobbista.

Il reishi viene impiegato come fungo medicinale da più di 2000 anni e viene menzionato in alcuni antichi manoscritti come una sorta di panacea.
Nell’Erbario di Shennong scritto durante dinastia Han vengono lodate le sue proprietà tonificanti, rivitalizzanti, antietà, rinforzanti sulla memoria e sul cuore.

Il reishi era molto raro prima dell’avvento della coltivazione dei funghi e solo la nobiltà se lo poteva permettere.

Si credeva che il fungo crescesse nella casa degli immortali sulla costa orientale della Cina.

EFFETTI ANTIVIRALI E NEL TRATTAMENTO DELL’HIV
Diversi triterpenoidi isolati nel reishi sono attivi nei confronti dell’HIV.
L’acido lucidenico O e il lattone lucidenico hanno mostrato di inibire la trascrittasi inversa dell’HIV (HIV-1-RT) nei vitelli e nei ratti.
Ganoderiolo F e gano-dermanontriolo contrastano la crescita delle cellule dell’HIV.
Acido ganoderico A, acido ganoderico B, acido ganoderico C1, acido ganoderico H, ganoderiolo A, ganoderiolo B inibiscono la proteasi dell’HIV con valori IC che vanno da 0.17 a 0.23mM.

EFFETTI IMMUNOMODULANTI
Alcuni polisaccaridi e la proteina LZ-8 contenuti nel reishi inibiscono la proteina chinasi C potenziando l’azione farmacologica di farmaci usati nel controllo di patologie autoimmuni come la ciclosporina A senza aggravarne gli effetti collaterali.

Inoltre stimolano l’attivazione delle cellule immunitarie effettrici tra cui
-cellule T : stimolano la produzione di citochine (IL-2, IL-10, IL-6, TNF-a).
-macrofagi: stimola il rilascio di citochine, di ossido nitrico (NO) ed altri mediatori.
-cellule mastocitarie: un estratto ad acqua a base di reishi ha inibito il rilascio di istamina dalle cellule mastocitarie peritoneali dei ratti indotta dall’antigene (albumina) arrestando la reazione anafilattica.
-cellule natural killer (NK): un estratto ad acqua a base di reishi ha potenziato l’attività citotossica delle cellule NK della milza nei topi affetti da tumore.
-sistema del complemento: uno studio recente condotto su anziani affetti da insonnia e palpitazione ha dimostrato che l’assunzione di essenza di reishi per 4-6 settimane incrementa i livelli di C3.

EFFETTI ANTITUMORALI
Parte degli effetti antitumorali del reishi è dovuta all’azione dei polisaccaridi sulla funzione immunitaria, a questo si aggiungono l’inibizione della DNA polimerasi e la modificazione post-traslazionale delle oncoproteine.
Anche l’alto contenuto di germanio potrebbe contribuire a coadiuvare quest’azione farmacologica.

EFFETTI CHEMO E RADIO PREVENTIVI
Il reishi ha dimostrato di aumentare la resistenza delle cavie alle radiazioni γ contenendo i danni a carico del timo e degli splenociti.
Nei topi dipendenti da morfina la somministrazione di un polisaccaride isolato dal reishi ha riportato alla normalità diversi valori immunologici depressi dalla tossicità chimica.

EFFETTI IPOLIPIDI E IPOGLICEMICI
Diversi studi su animali dimostrano le proprietà ipoglicemiche ed ipolidiche del reishi.
La somministrazione di un estratto di reishi per 2 mesi in 8 pazienti diabetici è risultata in effetti comparabili a quelli dei controlli dosati con l’insulina (100 IU=ml per 60 giorni) e farmaci ipoglicemici orali (250 mg/giorno per 60 giorni).

EFFETTI EPATOPROTETTIVI
L’assunzione di reishi per 6 mesi in 52 pazienti affetti da epatite cronica B ha riportato alla normalità i valori di amino transferasi nel 33% dei pazienti ed eliminato completamente gli antigeni nel 13%.

EFFETTI ANTINFIAMMATORI
Estratti a base di reishi sono risultati in significativi effetti antinfiammatori comparabili al farmaco convenzionale diclofenac nei modelli di infiammazione acuta e cronica.

EFFETTI ANTIALLERGICI
Il reishi è in grado di ripristinare il normale equilibrio tra le citochine TH1 e TH2 nei pazienti con reazioni allergiche.

EFFETTI ANTIANDROGENICI ED ESTROGENICI
Il reishi ha effetti androgenici ed estrogenici utili al trattamento di diverse patologie tra cui l’iperplasia prostatica benigna e osteoporosi.

EFFETTI ANTIERPETICI
Il reishi è un potente inibitore del virus herpes simplex di tipo 1 e 2.

EFFETTI ANTIOSSIDANTI
Il reishi inibisce la perossidazione lipidica ed ha una potente azione di rimozione dei radicali liberi [24].

EFFETTI ANTIBATTERICI
Estratti a base di reishi sono attivi nei confronti di diversi tipi di batteri gram positivi e negativi tra cui Bacillus subtilis, Klebsiella oxytoca ed Helicobacter pylori.

EFFETTI ANTIULCEROGENICI
I polisaccaridi del reishi proteggono la mucosa gastrica e ne promuovono la riparazione attraverso la soppressione del TNF-a e l’induzione dei geni c-myc e ODC.

EFFETTI IPOTENSIVI
In uno studio a doppio cieco condotto su 54 pazienti affetti da ipertensione primaria di stadio 2 che non avevano risposto positivamente al trattamento convenzionale (catopril 25 mg o nomodipina 3 volte/giorno) il reishi migliorò la pressione sanguigna sistemica nell’82,5% in soli 14 giorni di trattamento.

Il reishi contiene diversi composti farmacologicamente importanti: polisaccaridi, triterpenoidi (acidi ganoderici), glucani, lectine, nucleosidi, proteine, vitamine, lipidi, steroli (ergosterolo), alcaloidi, glucosidi, cumarine, germanio, proteina Ling Zhi 8 (LZ-8), adenosina, acido oleico, cicloottazolfo, beta e etero beta-glucani.

-I polisaccaridi hanno effetti antitumorali, immunomodulanti ed ipotensivi.
-Gli acidi ganoderici hanno effetti antiallergici, ipocolesterolemici ed ipotensivi.
-Beta ed etero beta-glucani hanno effetti antitumorali ed immunostimolanti.
-La proteina LZ-8 ha effetti immunomodulanti ed antiallergici.
-Acido oleico e cicloottazolfo hanno effetti antistaminici.

Effetti antivirali e nel trattamento dell’HIV:
El-Mekkawy, Sahar, et al. “Anti-HIV-1 and anti-HIV-1-protease substances from Ganoderma lucidum.” Phytochemistry 49.6 (1998): 1651-1657.
Effetti immunomodulanti:
Lei, Lin-Sheng, et al. “Antagonistic effect of ganoderma lucidum polysaccharides on the immunosuppressive response induced by ciclosporin a, hydrocortisone and antitumor agents.” Chinese Journal of Pharmacology and Toxicology 7 (1993): 183-183.
Effetti antitumorali:
Mizushina, Yoshiyuki, et al. “A mushroom fruiting body-inducing substance inhibits activities of replicative DNA polymerases.” Biochemical and biophysical research communications 249.1 (1998): 17-22.
Effetti chemo e radio-preventivi:
Lu, Z. W. “Psychoneuroimmunological effects of morphine and the immunoprotection of Ganoderma polysaccharides peptide in morphine-dependent mice.” Sheng li ke xue jin zhan [Progress in physiology] 26.1 (1995): 45-49.
Effetti ipolipidici ed ipoglicemici:
Gao, Yihuai, et al. “A phase I/II study of Ling Zhi mushroom Ganoderma lucidum (W. Curt.: Fr.) Lloyd (Aphyllophoromycetideae) extract in patients with type II diabetes mellitus.” International Journal of Medicinal Mushrooms6.1 (2004).
Effetti epatoprotettivi:
Gao, Yihuai, et al. “A phase I/II study of a Ganoderma lucidum (Curt.: Fr.) P. Karst. extract (Ganopofy) in patients with advanced cancer.” International Journal of Medicinal Mushrooms 4.3 (2002).
Effetti antinfiammatori ed antiossidanti:
Joseph, Soniamol, et al. “Antioxidative and antiinflammatory activities of the chloroform extract of Ganoderma lucidum found in South India.” Sci pharm 77 (2009): 111-121.effetti antiallergici:
Effetti antiandrogenici ed estrogenici:
Shimizu, Kuniyoshi. “Utility and Function of Mushrooms The Preventative Effect of Benign Prostatic Hyperplasia and Osteoporosis by Ganoderma lucidum.” Foods & Food Ingred 211 (2006): 124-133.
Effetti antierpetici:
Kim, Young-So, et al. “Antiherpetic activities of acidic protein bound polysacchride isolated from Ganoderma lucidum alone and in combinations with interferons.” Journal of ethnopharmacology 72.3 (2000): 451-458.
 Effetti antiallergici:
Powell, Martin. “The use of Ganoderma lucidum (Reishi) in the management of histamine-mediated allergic responses.” Townsend Letter: The Examiner of Alternative Medicine 274 (2006): 78-82.
Effetti antibatterici:
Yoon, Sang Yeon, et al. “Antimicrobial activity ofGanoderma lucidum extract alone and in combination with some antibiotics.” Archives of pharmacal research 17.6 (1994): 438-442.
Effetti antiulcerogenici:
Gao, Yihuai, et al. “Mechanism of the antiulcerogenic effect of Ganoderma lucidum polysaccharides on indomethacin-induced lesions in the rat.” Life sciences 72.6 (2002): 731-745.
Effetti ipotensivi:
Jin, Hui-ming, et al. “Treatment of hypertension by ling zhi combined with hypotensor and its effects on arterial, arteriolar and capillary pressure and microcirculation.” Microcirculatory Approach to Asian Traditional Medicine. New York: Elsevier Science 131.8 (1996).

L’assunzione di reishi è controindicata in chi soffre di pressione bassa, trombocitopenia, patologie emorragiche e prima di un operazione chirurgica.

L’interazione con farmaci anticoagulanti ed ipotensivi può essere pericolosa.

Gli effetti collaterali sono molto rari e consistono in bocca secca, prurito e disturbi gastrici.

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Reishi (Ganoderma lucidum)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nuovi ordini sono disattivati, potete incontranci a Sava per l'evento "Piante e popoli". Contiamo di tornare operativi dopo il 5.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -