Tiglio (Tilia Platyphyllos) infiorescenze fresche

4.90

In Stock

Imponente albero ornamentale dal legno pregiato, molto ricercato per la produzione di strumenti musicali.

In base ad alcune ricerche gli estratti sono attivi sui recettori benzodiazepinici, validando la tradizionale applicazione nel trattamento di ansia ed insonnia.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E COLLEZIONE.

Svuota
4.90
condizione Secco Fresco
parte Infiorescenza Foglia
forma Intero Tritato In polvere Estratto alcolico
quantita 25g 50g 100g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MEDICINA POPOLARE (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: foglia, infiorescenza

-infusa\ 2-10g
-tintura 1:1\ 1-5ml
– fumata o vaporizzata (190-220C°)\ 

Gli effetti del tiglio a dosi leggere e moderate sono significativi ma gentili: leggero rilassamento, allentamento dello stress, eliminazione del senso di ansia, leggero miglioramento dell’umore, rilassamento muscolare e leggera sonnolenza.

Gli effetti del tiglio a dosi leggere e moderate sono significativi ma gentili: leggera rilassamento, allentamento dello stress, eliminazione del senso di ansia, leggero miglioramento dell’umore, rilassamento muscolare e leggera sonnolenza.

Medicina convenzionale
Le proprietà antidepressive, analgesiche, sedative, stimolanti, antinfiammatorie, ipotensive, antibatteriche, antitumorali, antimicotiche ed antiossidanti del tiglio sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usato nella medicina tradizionale.

 

Medicina alternativa
Viene indicato contro insonnia, nervosismo, batteri, dolore generico, funghi, tumori, depressione, infiammazioni, spasmi, raffreddore, congestioni respiratorie, virus influenzali, disturbi del battito cardiaco, indigestione, ritenzione idrica, ipertensione, costipazione, debolezza uterina e per stimolare la guarigione delle ferite.

Infusione fredda
-Mettere il tiglio (opzionale)in polvere in recipiente sigillabile con un volume triplo d’acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare infondere fino a 3 giorni in frigo, scuotendo la soluzione quanto più vigorosamente e spesso possibile.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Riutilizzare i solidi scartati per un altra infusione

Infuso
-Mettere il tiglio (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile con volume doppio d’acqua (opzionale)distillata molto calda ma non bollente.
-Chiudere ermeticamente il barattolo e lasciare infondere finchè non diventa tiepido, si può anche avvolgere nell’alluminio per rallentare il raffreddamento
-Filtrare i solidi
-(Opzionale) Riutilizzare i solidi scartati per un altra infusione

Tintura
-Mettere il tiglio (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 70% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e mantenere in infusione fino a 2 settimane per la saturazione.
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Malvales
Famiglia: Tiliaceae
Genere: Tilia
Specie T. platyphyllos
Nativo: Europa
Plant Hardiness Zone: 4-6
Il tiglio (Tilia Platyphyllos) è un albero molto ramificato che cresce fino a 40m d’altezza, sviluppandosi passa da un colore rossastro al grigio scuro.
E’ dotato di foglie alternate semplici di forma ovale, dai margini serrati che superano anche i 10cm di larghezza.
Produce fiori giallini molto piccoli e fragranti, di forma oblunga che si raggruppano in infiorescenze a 3 o a 4.
Il frutto è una drupa piccola e rotonda protetta da un guscio legnoso.

Coltivazione
Il tiglio è una albero robusto, non difficile da coltivare:
-Mettere i semi in un vasetto con un miscuglio appena umido di terreno per vasi ben drenante e sabbia fina; sigillare il recipiente con una busta di plastica.
-Mantenere in un posto tiepido (sopra i 20 C°) per almeno 16 settimane.
-Metterlo in frigo o in qualunque posto freddo (non più di 4C°) fino a 16 settimane, alla fine di questo periodo dovrebbero iniziare a germinare.
-Piantare i semi in un comune terriccio ricco e ben drenante a piena esposizione solare, mantenere il terreno appena umido e libero dalle erbacce.
-Non necessita di cure particolari una volta adulto.

Il tiglio vive fino a più di 1000 anni, era conosciuto già dagli antichi Greci come simbolo di speranza, purezza ed innocenza.
La leggenda della ninfa Phylira (personaggio mitologico dell’antica Ellade) narra che questa fu trasformata per pietà in tiglio dagli dei, non sopportando di rimanere fra gli umani.
Gli Slavi credevano che proteggesse contro gli spiriti maligni, i fulmini ed i temporali; organizzavano le corti aristocratiche, i consigli di guerra, le danze rituali e i sacrifici sotto a questo albero.
I cristiani lo associarono al culto della vergine Maria.

Nella medicina popolare austriaca si usa come rimedio per disturbi respiratori, febbre ed influenza.
Nel Medioevo il tiglio veniva indicato: per promuovere la sudorazione; espellere il muco e ridurre la febbre; facilitare la diuresi e contrastare problemi urinari; combattere i disturbi gastrici e la nausea; regolarizzare il ritmo cardiaco; contrastare mal di testa, dolori articolari, spasmi muscolari e nervosismo; alleviare i sintomi di cellulite, edemi ed altre patologie della pelle; abbassare la pressione arteriosa.
Era molto lodato anche come rimedio miracoloso per l’epilessia.

Il tiglio contiene diversi composti che hanno un alta affinità per occupare competitivamente il complesso recettoriale del GABA A ed agire da modulatori allosterici risultando in sedazione, ansiolisi, rilassamento muscolare ed effetti ipnotici simili alle benzodiazepine in maniera dose-dipendente.

Sembra contenere anche un composto che antagonizza il recettore 5-HT3 della serotonina, recenti ricerche sostengono che la modulazione di questo recettore avrebbe effetti protettivi nei confronti di nausea, disturbi gastrointestinali, disturbo ossessivo-compulsivo ed alcolismo.

L’alto contenuto di quercetina ne fa un agonista del recettore 5-HT1A della serotonina, spiegando l’azione ipotensiva, vasodilatatrice e stimolante sul nervo vaga. Questi meccanismi potrebbero validare la tradizionale applicazione terapeutica del tiglio come tonico cardiaco.

In un esperimento un estratto a base della pianta ha inibito la proliferazione delle cellule del linfoma, inoltre i monoterpeni sembrano in grado di modulare la reazione immunitaria attaccando selettivamente i tessuti anomali.

Uno studio sul tiglio del 2002 ha rilevato anche una significativa azione epatoprotettiva.

Questa pianta fa parte della Farmacopea Tedesca e viene adoperata in Germania per la produzione di farmaci convenzionali contro raffreddore, tosse, influenza, disturbi urinari e nervosi.

Il tiglio contiene: flavonoidi, terpeni, coumarine, acidi fenolici, glucosidi, oli volatili, mucillagini, cere, gomme, grassi vegetali, tannini, carboidrati e zuccheri.
Le componenti farmacologiche sono quercitina, rutina, iperoside, calicantoside, isoquercitina, astragalina, tiliroside, kaempferolo, acido p-coumarico, acido caffeico, acido clorogenico, alanina, cisteina, cistina, fenilalanina, esculina, steroli, triterpeni, alcani, esteri, citrale, eugenolo, linalolo, 1,8-cineolo, 2-fenil etanolo, limonene, tiliacina ed altri.

Il meccanismo farmacologico non è ancora stato identificato ma sembra che sia responsabilità dell’azione sinergica sul CNS sia opera principalmente di quercetina, kaempferolo e derivati.

Effetti analgesici ed antinfiammatori:
Martínez, Ana Laura, et al. “Antinociceptive activity of Tilia americana var. mexicana inflorescences and quercetin in the formalin test and in an arthritic pain model in rats.” Neuropharmacology 56.2 (2009): 564-571.
Effetti sedativi ed ansiolitici:
Viola, Haydeé, et al. “Isolation of pharmacologically active benzodiazepine receptor ligands from Tilia tomentosa (Tiliaceae).” Journal of ethnopharmacology 44.1 (1994): 47-53.
Effetti antimicrobici:
Fitsiou, loanna, et al. “Volatile constituents and antimicrobial activity of Tilia tomentosa Moench and Tilia cordata Miller oils.” Journal of Essential Oil Research 19.2 (2007): 183-185.
Effetti stimolanti:
Bras, Cristina, et al. “Consequences of subchronic exposure to ethanolic extract from fruits and leaves of Schinus molle var. areira L. in mice.” Journal of ethnopharmacology 132.1 (2010): 321-327.
Effetti antitumorali ed antiossianti:
Brizi, Margarita Rodriguez, et al. “Comparative Antiproliferative Action of Two Extracts from Tilia x viridis on Normal and Tumoral Lymphocytes: Relationship with Antioxidant Activity.” Chinese Medicine 3.1 (2012): 20.
Effetti ipotensivi:
Olafsson, Kjartan, et al. “Isolation of angiotensin converting enzyme (ACE) inhibiting triterpenes from Schinus molle.” Planta medica 63.04 (1997): 352-355.
Effetti antimicotici:
Dikshit, Anupam, Ali A. Naqvi, and Akhtar Husain. “Schinus molle: a new source of natural fungitoxicant.” Applied and Environmental Microbiology 51.5 (1986): 1085-1088.

L’assunzione di tiglio è controindicata in chi soffre di patologie cardiache o durante gravidanza ed allattamento.

L’interazione col litio è pericolosa.

Non sono noti effetti collaterali.

L’uso intensivo in popolazioni soggette potrebbe aumentare il rischio di patologie cardiache.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tiglio (Tilia Platyphyllos)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ordini sono stati disattivati fino al 24/01. Quelli inoltrati e pagati prima del break verranno regolarmente spediti

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -