88% Off
Camomilla (Matricaria Chamomilla) fiori freschi

0.90

In Stock

Sebbene non sia molto efficace come sonnifero, la camomilla inibisce degli enzimi epatici potenziando l’assorbimento di varie sostanza psicottive (soprattutto i fenilpropeni come quelli delle spezie alimentari).

Alle dosi medicinali è molto efficace come ansiolitico.

In più è una bevanda molto salutare per il consumo quotidiano: protegge la pelle, rinforza il cuoio capelluto, ha un marcato effetto antitumorale ed immunostimolante dimostrato in numerosi studi scientifici.

Svuota
0.90
parte Fiore Seme
condizione Secca Fresca
forma Intera Tritata In polvere Estratto 10:1 Tintura (artigianale)
quantita 50gr 100gr 125gr 250gr 50gr di materia prima 100gr di materia prima 250gr di materia prima 30 semi
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Gli antichi erboristi utilizzavano principalmente i fiori in polvere nelle seguenti dosi:
-ingeriti o incapsulati\ (l’assunzione orale del materiale vegetale è molto disidaratante) dose lieve 8-15gr \moderata 15-22gr \alta 22-30gr \altissima 30-40gr
-infusi\ dose lieve 10-20gr \moderata 20-30gr \alta 30-40gr \altissima 40-50gr
-tintura\ dose lieve 8-15gr \moderata 15-22gr \alta 22-30gr \altissima 30-40gr
-fumati o vaporizzati (180-200C°)\ non si può consigliare un dosaggio, fumare fino ad ottenere l’effetto desiderato

Ha un’azione molto molto blanda da sola, ma è un forte inibitore degli enzimi epatici del citocromo P450 che sono coinvolti nell’assorbimento e nella regolazione di molte sostanze psicoattive (i.e. triptamine allucinogene).
Ha effetti molto interessanti quando viene combinata con valeriana e MAO-I, con il dragoncello messicano e in generale con tantissime sostanze allucinogene.

Gli psiconauti la combinano spesso con valeriana,  passiflora, melissa, tabacco indiano, tabacco, damiana, erba gatta, cacao, lattuga selvatica, skullcap, assenzio selvatico, luppolo, alcohol e microdosi di stramonio/mandragora/belladonna/giusquiamo; a scopo antinfiammatorio con calendula selvatica, lavanda, menta, liquirizia e lemon verbena.
L’effetto è percepibile immediatamente e dura un 30m se fumata, dopo 10m per 2 ore se ingerito, la vaporizzazione è più efficiente della combustione.

La camomilla è conosciuta da tutti per essere un calmante ed ansiolitico molto gentile e blando.
Da sola possiede un lievi effetti quali: leggero rilassamento muscolare, tranquillità mentale e sonnolenza, principalmente.

Alte dosi di camomilla hanno uno strano effetto psichedelico: stimolazione,ansia e trepidazione tipiche dell’incipit di un’esperienza allucinogena senza che questa si concretizzi mai.
Se si vuole fumare il fiore, conviene abbinarlo ad un erba sedativa più forte o usare un estratto molto concentrato per effetti significativi.

Insieme ad alte dosi di valeriana e moderate di MAO-I, si dice procuri un effetto molto simile alla mescalina.
Insieme ad un alta dose di dragoncello messicano, può generare allucinazioni molto colorate e particolari senza alcun fastidio periferico; la combinazione è stata paragonata all’LSD.
Insieme ai funghi allucinogeni o al DMT aumenta esponenzialmente l’intensità dell’effetto generale.

Medicina convenzionale
Le proprietà ansiolitiche, spasmolitiche, estrogeniche, sedative, analgesiche, antidiarroiche, antidepressive, neurotrofiche, antinfiammatorie, antitumorali, antimicotiche, antiallergiche, antiulcera, gastroprotettive, antimicrobiche ed antiossidanti della camomilla sono supportate dalla ricerca scientifica.

Viene indicata per ansia, coliche, diarrea, dispepsia ed irritazione della mucosa orale.

Viene considerato un farmaco sicuro, l’overdose non sembra rappresentare un problema.

 

Medicina alternativa
La camomilla è molto conosciuta ma non per tutte le sue proprietà medicinali; si usa più che altro come blando calmante e sonnifero.

Nella medicina popolare si usava per lombaggine, problemi reumatici, irritazioni cutanee, emorroidi, ferite, asma, irrequietezza, mal di denti, coliche, allergie, indigestione, nausea, gravidanza, ulcere, bruciature, gastriti, costipazione, insonnia, nervosismo, ansia, diverticulite, reflusso gastrico, flatulenza, eczema, infiammazioni degli occhi, congiuntiviti, stomatiti, infezioni della bocca, dolore mestruale e crampi.

Infuso
-Mettere i fiori di camomilla (opzionale)in polvere con un volume doppio d’acqua (opzionale)distillata in un barattolo sigillabile e chiuderlo ermeticamente.
-Scaldare la mistura fino a diventare bella calda (40-50C°) e mantenere la temperatura fino a 3 ore per la saturazione. Scuotere il più spesso possibile.
-Filtrare e scartare i solidi,
-(Opzionale) Ripetere tre volte l’infusione ed il filtraggio, riducendo a metà i tempi d’infusione ed unendone alla fine i liquidi puliti risultanti
-(Opzionale) Aggiungere miele se si gradisce.
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di calore molto debole per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Tintura
-Mettere i fiori di camomilla (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e mantenere in infusione fino a 1 settimana per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di una ventola o di un calore molto debole per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Descrizione
Famiglia: Asteraceae
Sottofamiglia: Asteroideae
Tribù: Anthemideae
Sottotribù: Matricariinae
Genere: Matricaria
Specie: M. chamomilla
Nativo: Europa
Plant Hardiness Zone: 3-9
La camomilla (Matricaria Chamomilla) è una pianta annuale della famiglia delle Asteracee che misura fino a 60cm d’altezza.
Sviluppa uno stelo liscio, ramificato ed eretto; le foglie sono strette e bipennate o tripennate.
Produce dei fiori bianchi sui petali e gialli al centro a metà estate, emanano un profumo forte e aromatico.

Coltivazione
E’ una pianta molto comune, facile da coltivare:
-Piantare i semi in primavera in pieno sole a profondità inferiore di 1cm, a distanza di almeno 15cm l’uno dall’altro in un comune terreno ben drenante a PH compreso tra 5,5 e 7,5
-Dovrebbero germinare in una settimana o due.
-Necessita di molta acqua durante l’estate.

Il termine camomilla deriva dal greco “chamomaela” che significa mela di terra; Plinio il Vecchio, infatti, ne paragona l’odore dei fiori ai boccioli di mela.
Successivamente i romani la usarono per aromatizzare varie bevande, come incenso ed erba medicinale.

Nell’antico Egitto, dove veniva usata nella preparazione dell’“ague”, una cura per la febbre.
Le foglie venivano anche utilizzate come unguento cosmetico e per produrre il famoso olio da imbalsamazione.

In Spagna il fiore viene chiamato “manzanilla”, piccola mela, pure qui era stata usata per lungo tempo per aromatizzare le bevande.

I vichinghi ne vantano le proprietà emollienti, la usavano come shampoo e unguento per districare i capelli molto intrecciati.

Nel Medioevo i petali venivano sparsi nei raduni per il gradevole odore; in più venne adoperata per aromatizzare la birra prima dell’avvento del luppoli.


Oggigiorno è molto popolare per via dell’alto profilo di sicurezza, ma ha fama di placebo e bevanda gradevole; le sue potenzialità medicinali non sono per niente valorizzate.

In alcuni test sull’umore ha dimostrato benefici superiori sia al placebo che al convenzionale antidepressivo.

Altre evidenze scientifiche suggeriscono un’azione gastroprotettiva ed antinfiammatoria estremamente potente.

Le componenti attive della camomilla sono:
-sesquiterpeni; matricina, farnesene, camazulene, germacrene-D
-monoterpeni; pinene, mircene, cimene, trans-b-ocimene,
-flavonoidi; apigenina, luteolina, quercetina
-cumarine; umbelliferone
-spiroeteri; dicicloetere
-aldeidi; citrale
-alcoli; bisabololo, spatulenolo, eudesmolo
-ossidi; cineolo, bisabololo ossido-A, bisobololo ossido-B
-altri; acido antemico, colina, tannini e polisaccaridi

Le principali sono apigenina (antinfiammatorio, carminativo ed antispasmodico), bisabolo (spasmolitico, antinfiammatorio, antipiretico, ulcero-protettivo e antimicotico) e camazulene (antinfiammatorio, antiallergico, antispasmodico).

Effetti ansioliti, sedativi ed antidepressivi:
Amsterdam, Jay D., et al. “A randomized, double-blind, placebo-controlled trial of oral Matricaria recutita (chamomile) extract therapy of generalized anxiety disorder.” Journal of clinical psychopharmacology 29.4 (2009): 378.
Effetti gastro-protettivi:
Bezerra, S. B., et al. “Bisabolol-induced gastroprotection against acute gastric lesions: role of prostaglandins, nitric oxide, and K+ ATP channels.” Journal of medicinal food 12.6 (2009): 1403-1406.
Effetti antinfiammatori, antiossidanti ed antiallergici:
Seelinger, Günter, Irmgard Merfort, and Christoph M. Schempp. “Anti-oxidant, anti-inflammatory and anti-allergic activities of luteolin.” Planta medica 74.14 (2008): 1667-1677.
Effetti antimicrobici:
Alireza, Motavalizadehkakhky. “Antimicrobial activity and chemical composition of essential oils of chamomile from Neyshabur, Iran.” Journal of Medicinal Plants Research 6.5 (2012): 820-824.
Effetti antitumorali, antifungini ed antiossidanti:
Osman, Mona Y., et al. “Screening for antioxidant, antifungal, and antitumor activities of aqueous extracts of chamomile (Matricaria chamomilla).” Egyptian Pharmaceutical Journal 15.2 (2016): 55.
Effetti utero-protettivi:
Zafari Zangeneh, Farideh, et al. “Effects of chamomile extract on biochemical and clinical parameters in a rat model of polycystic ovary syndrome.” Journal of Reproduction & Infertility 11.3 (2010): 169-174.
Effetti sulla dipendenza da oppiacei:
Gomaa, Adel, et al. “Matricaria chamomilla extract inhibits both development of morphine dependence and expression of abstinence syndrome in rats.” Journal of pharmacological sciences 92.1 (2003): 50-55.

L’assunzione di camomilla è controindicata in chi soffre di ipersensibilità estrogenica, allergia alle piante del genere Ambrosia, prima di un’operazione chirurgica o durante gravidanza ed allattamento.

Evitare l’interazione con farmaci anticoncezionali ed estrogeni.

Non ci sono effetti collaterali conosciuti.

L’overdose non è affatto pericolosa.

Non ci sono casi di morte, danni permanenti o dipendenza in letteratura scientifica relativi al consumo di questa pianta.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Camomilla (Matricaria Chamomilla)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per via di un guasto alle attrezzature per questa settimana non possiamo lavorare o spedire prodotti. Spediremo gli ordini accumulati lunedi 28.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -