Chiodi di garofano (Syzygium aromaticum) interi

3.50

In Stock

Il grado migliore (Extra Fancy/ Super, (Extra) Bold) della varietà più pregiata, il cardamomo verde o vero cardamomo.

Questa spezia è una delle più care sul mercato, viene impiegata nell’alta ristorazione per la preparazione di zuppe, secondi e dessert.
Il baccello viene aperto e i semi prelevati e pestati o aggiunti interi in cottura per aromatizzare i cibi, la spezia è molto forte e va dosata con attenzione.

E’ UN PRODOTTO AROMATICO GREZZO RACCOLTO E SECCATO IN MANIERA ARTIGIANALE, NON E’ CONFORME AGLI STANDARD PER LA VENDITA A SCOPO ALIMENTARE.

Svuota
3.50
quantita 50gr 250g
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

DOSI INDICATIVE A TITOLO INFORMATIVO E DI RIDUZIONE DEL DANNO:

PARTE USATA: infiorescenza

-ingerito o incapsulato\ dose lieve 0,3-0,6gr \moderata 0,6-1,5gr \alta 1,5-2gr \altissima 2-3gr
-infuso\ dose lieve 0,5-1gr \moderata 1-2gr \alta 2-4gr \altissima 4-5gr
-tintura\ dose lieve 0,5-1gr \moderata 1-2gr \alta 2-4gr \altissima 4-5gr
-fumato o vaporizzato (150-170C°)\ 

I chiodi di garogano sono una delle spezie più potenti come capacità antiossidanti, per questo sono largamente impiegati per la produzione di supplementi e creme antietà.

Inoltre hanno una lunga tradizione nella medicina popolare per la cura di diversi disturbi, l’azione espettorante ed antinfiammatoria è supportata da diversi studi autorevoli.

L’olio essenziale è un efficace anestetico locale, l’eugenolo, il principale composto presente, viene comunemente impiegato come anestetico in odontoiatria.

Viene spesso combinato nella medicina Ayurvedica con pepe nero, zenzero e cardamomo a scopo antimicrobico/antinfiammatorio; con cannella e liquirizia per supportare le facoltà cognitive.

Se ingerito a stomaco vuoto l’effetto si percepisce dopo 20m e dura fino a 4 ore, se fumata l’effetto è immediato e permane fino a 30m in base alla dose.

In fitoterapia viene consumato due volte al giorno per una settimana prima di ottenere i massimi benefici.

Medicina convenzionale
Le proprietà antibatteriche [4], antimicotiche [6], antitumorale [8], analgesiche [10], anestetiche [11], antinfiammatorie [12], antitrombotiche [14], anticonvulsivanti [15], ansioltiche [15], sedative [15], antipiretiche [17], osteotrofiche [1], antiossidanti [21], epatoprotettivi [21], nefroprotettivi [21], afrodisiache [22], antiparassitarie [23], antidepressive [18] ed inibitorie sull’enzima MAO-A [18] dei chiodi di garofano sono supportate dalla ricerca scientifica.

E’ un ingrediente di una crema impiegata per il trattamento dell’eiaculazione precoce.

 

Medicina alternativa
I chiodi di garofano vengono masticati per combattere placca, dolore ed infiammazione nel cavo orale; oltre che per liberare le vie aree.

Localmente si impiegano sotto forma di oli e creme come analgesico, antinfiammatorio e per combattere il prurito.

Infusione fredda
-Mettere i chiodi di garofano in recipiente sigillabile con un volume triplo d’acqua (opzionale)distillata .
-Lasciare infondere fino a 3 giorni in frigo, scuotendo la soluzione quanto più vigorosamente e spesso possibile.
-Filtrare e scartare i solidi, il sapore risulta molto gradevole senza l’aggiunta di dolcificanti o spezie.

Infusione
-Mettere i chiodi di garafano in una pentola con un volume quadruplo d’acqua (opzionale)distillata.
-Riscaldare fino a 40-50C° e mantenere la temperatura fino a 45m per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi

Tintura
-Mettere i chiodi di garofano in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 1 settimane.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di una lieve fiamma per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Myrtales
Famiglia: Myrtaceae
Genere: Syzygium
Specie: S. aromaticum
Nativo: Molucche, Antille, Madagascar e Indonesia
Plant Hardiness Zone: 11-12

L’albero dei chiodi di garofano (Syzygium aromaticum) è una pianta erbacea perenne che cresce fino a 12m d’altezza.
Sviluppa delle foglie molto larghe e delle infiorescenze composte da appariscenti fiori rossi.
La spezia viene prodotto essiccando i calici dei fiori quando sono maturi.

Coltivazione
L’albero dei chiodi di garofano è una pianta tropicale molto difficile da coltivare fuori dal suo habitat:
-I semi secchi sono inservibili, quelli freschi andrebbero subito ripuliti dalla polpa e piantati.Mettere a mollo per un paio di minuti i semi in una soluzione di acqua e aceto al 50% continuando a mescolare
-La germinazione dovrebbe avvenire nel giro di una o due settimane al massimo.
-Richiede un alto livello di umidità e temperature comprese tra i 5C° e i 35C° circa.

I chiodi di garofano sono conosciuti come spezia in Cina da più di 2000 anni.

In Asia si impiegano sia in cucina che nella produzione di cosmetici, oltre che per il trattamento di dispepsia, gastrite e diarrea [1].

I chiodi di garofano hanno una lunga tradizione anche nella medicina popolare africana per il trattamento di infezioni della pelle, candidiasi, dispepsia, tosse e febbre [2].

L’olio di chiodi di garofano fu prodotto in Francia nel 1640, l’applicazione come rimedio per il mal di denti è documentata nel famoso manuale “Practice of Physic” [3].

I chiodi di garofano come tutte le spezie hanno una farmacologia molto interessante e sembra avere diverse potenziali applicazioni terapeutiche.

Antimicrobica
Diversi composti isolati da chiodi di garofano (eugenolo, eugenil acetato, β-cariofillene, 2-eptanone, acetil-eugenolo, α-umulene, salicilato di metile, iso-eugenolo, metil-eugenolo, fenilpropanoidi, deidrodieugenolo, trans-confireril aldeide, biflorina, campferolo,
ramnetina, miricetina, acido gallico, ellagico e oleanolico) manifestano importanti proprietà antibatteriche: sono in grado di denaturare le proteine batteriche e reagire sui fosfolipidi della membrana cellulare cambiando la loro permeabilità con conseguenti lesioni e fuoriuscita del contenuto cellulare. Sono efficaci nei confronti di diverse specie di batteri patogeni orali[4].

L’olio essenziale di chiodi di garofano infatti è risultato attivo contro S.aureus, B. cereus, E. faecalis, L. monocytogenes, E. coli, Y. enterocolitica, S. choleraesuis, P. aerugenosa [5].
E’ efficace anche come antimicotico e contrasta la crescita di Candida, Aspergillus e dermatofiti [6].

L’eugenolo alla dose di 2μg/mL ha inibito la crescita di 31 ceppi batterici di Helicobacter pylori dopo 9 ore di incubazione, superando di potenza l’amoxicillina [7].

Antitumorale
Estratti a base di chiodi di garofano promuovono l’arresto del ciclo cellulare Go/G1 e l’apoptosi in misura dose-dipendente, l’acido oleanolico è stato identificato come composto responsabile per quest’azione [8].

L’eugenolo ha dimostrato di sopprimere la crescita del melanoma maligno WM1205Lu, riducendo la dimensione dei tumori e la metastatizzazione attraverso l’inibizione dei fattori di  trascrizione della famiglia E2F [9].

Analgesica
Da studi sui topi si evince che l’estratto acquoso a base di chiodi di garofano ha effetti analgesici centrali contrastabili dal naloxone, per questo si ipotizza sia coinvolto il sistema oppioide [10].

Diversi preparati sono impiegati come anestetici locali specialmente nella cura di denti e bocca, uno studio ha paragonato un gel artigianale fatto con i chiodi di garofano con una crema al 20% di benzocaina risultando ugualmente efficaci [11].

Antinfiammatoria
L’olio di chiodi garofano manifesta una notevole azione antinfiammatoria mediata dall’inibizione della COX-2 [12].

Antitrombotica
L’eugenolo e l’acetil eugenolo isolati dai chiodi di garofano hano inibito biosintesi delle prostaglandine, formazione del trombossano B2 ed aggregazione piastrinica indotta dall’acido arachidonico nelle cavie da laboratorio [13].

Si sono dimostrati più potenti dell’aspirina, con un azione paragonabile all’indometacina [14]. 

Antispasmodica, anticolvulsivante, ansiolitica e sedativa
L’olio essenziale di chiodi di garofano ha indotto nei topi effetti asiolitici ed anticonvulsivanti paragonabili al diazepam, oltre a facilitare l’addormentamento e prolungare la durata del sonno [15].

L’eugenolo ha effetti antispasmodici miogenici sulle cellule muscolari lisce delle vie aeree, supportando il tradizionale impiego per il trattamento di asma e disturbi respiratori [16].

Antipiretica
L’eugenolo ha ridotto la temperatura corporea nei conigli attraverso un azione centrale simile a quella dei farmaci allopatici come il paracetamolo [17].

Antidepressiva
Studi sui topi dimostrano che l’eugenolo può indurre effetti antidepressivi ed inibire l’enzima MAO-A [18].

Osteotrofica
L’estratto idroalcolico di chiodi di garofano ha riequilibrato significativamente i livelli di calcio, fosfato, creatina, fosfatase alcalina ed acida sierica in un modello di osteoporosi costituito da ratto ovariectomìzzato (OVX), favorendo la preservazione della densità ossea [1].

Antiossidante
L’olio essenziale di chiodi di garofano è un potentissimo antiossidante al pari dei sintetici tossici come butilidrossianisolo (BHA) e pirogallolo [19].

Studi sui ratti hanno evidenziato un miglioramento della funzione epatica, renale e dello stato antiossidante in seguito alla somministrazione prolungata di chiodi di garofano [20].

Afrodisiaca
La somministrazione di un estratto alcolico a base di chiodi di garofano ha prodotto un aumento significativo e duraturo nell’attività sessuale dei ratti maschi senza manifestare effetti collaterali di rilievo, questo supporto l’impiego popolare come afrodisiaco [21].

Antiparassitaria
I chiodi di garofano sono altamente repellenti per diverse specie di coleottero, impediscono anche lo sviluppo delle uova dentro i chicchi di grano [22].

I chiodi di garofano sono ricchi di composti aroamtici biologicamente attivi, i principali sono:

  • eugenolo
  • β-cariofillene
  • eugenil acetato
  • α-cariofillene
  • α-copene

L’eugenolo è il più abbondante (63,94%) seguito dal β-cariofillene (33,97%) [23].

1)Kamatou, Guy P., Ilze Vermaak, and Alvaro M. Viljoen. “Eugenol—from the remote Maluku Islands to the international market place: a review of a remarkable and versatile molecule.”

2)Burkhill, H. M. “Useful Plants of West Africa.” Royal Botanic Gardens 1 (1985): 130-132.

3)Hartnoll, Gary, David Moore, and Daniel Douek. “Near fatal ingestion of oil of cloves.” Archives of disease in childhood 69.3 (1993): 392-393.

4)Cai, Lining, and Christine D. Wu. “Compounds from Syzygium aromaticum possessing growth inhibitory activity against oral pathogens.” Journal of natural products 59.10 (1996): 987-990

5)Gupta, Nomita, et al. “Antibacterial potential of Elletaria cardamomum, Syzygium aromaticum and Piper nigrum, their synergistic effects and phytochemical determination.” Journal of Pharmacy Research 8.8 (2014): 1091-1097.

6)Pinto, Eugenia, et al. “Antifungal activity of the clove essential oil from Syzygium aromaticum on Candida, Aspergillus and dermatophyte species.” Journal of medical microbiology 58.11 (2009): 1454-1462.

7)Ali, Shaik Mahaboob, et al. “Antimicrobial activities of Eugenol and Cinnamaldehyde against the human gastric pathogen Helicobacter pylori.” Annals of clinical microbiology and antimicrobials 4.1 (2005): 20.

8)Liu, Haizhou, et al. “Clove extract inhibits tumor growth and promotes cell cycle arrest and apoptosis.” Oncology Research Featuring Preclinical and Clinical Cancer Therapeutics 21.5 (2014): 247-259.

9)Ghosh, Rita, et al. “Eugenol causes melanoma growth suppression through inhibition of E2F1 transcriptional activity.” Journal of Biological Chemistry 280.7 (2005): 5812-5819.

10)Asl, Mina Kamkar, Ashraf Nazariborun, and Mahmoud Hosseini. “Analgesic effect of the aqueous and ethanolic extracts of clove.” Avicenna journal of phytomedicine 3.2 (2013): 186.

11)Alqareer, Athbi, Asma Alyahya, and Lars Andersson. “The effect of clove and benzocaine versus placebo as topical anesthetics.” Journal of dentistry 34.10 (2006): 747-750.

12)Öztürk, Abdurrahman, and Hanefi Özbek. “The anti-inflammatory activity of Eugenia caryophyllata essential oil: an animal model of anti-inflammatory activity.” (2005).

13)Rasheed, A., et al. “Eugenol and prostaglandin biosynthesis.” The New England journal of medicine 310.1 (1984): 50-1.

14)Srivastava, K. C. “Antiplatelet principles from a food spice clove (Syzgium aromaticum L).” Prostaglandins, leukotrienes and essential fatty acids 48.5 (1993): 363-372.

15)Galal, Azza AA, and Suhair A. Abdellatief. “Neuropharmacological studies on Syzygium aromaticum (clove) essential oil.” International Journal of Pharma Sciences 5.2 (2015): 1013-1018.

16)Lima, Felipe Crescêncio, et al. “Antispasmodic effects of eugenol on rat airway smooth muscle.” Fundamental & clinical pharmacology 25.6 (2011): 690-699.

17)Feng, Jiadi, and J. M. Lipton. “Eugenol: antipyretic activity in rabbits.” Neuropharmacology 26.12 (1987): 1775-1778.

18)Tao, Guoxin, et al. “Eugenol and its structural analogs inhibit monoamine oxidase A and exhibit antidepressant-like activity.” Bioorganic & medicinal chemistry 13.15 (2005): 4777-4788.

19)Dorman, HJ Damien, et al. “In vitro evaluation of antioxidant activity of essential oils and their components.” Flavour and Fragrance Journal 15.1 (2000): 12-16.

20)Abozid MM, Sayed EL. Antioxidant and protective effect of clove extracts and clove essential oil on hydrogen peroxide treated rats. Int J Chem Tech Res 2013;5(4):1477-85.

21)Ahmad, Shamshad, Abdul Latif, and Iqbal Ahmad Qasmi. “Effect of 50% ethanolic extract of Syzygium aromaticum (L.) Merr. & Perry.(clove) on sexual behaviour of normal male rats.” BMC complementary and Alternative medicine 4.1 (2004): 1-7.

22)Obeng-Ofori, D. E., and C. H. Reichmuth. “Bioactivity of eugenol, a major component of essential oil of Ocimum suave (Wild.) against four species of stored-product Coleoptera.” International Journal of Pest Management 43.1 (1997): 89-94.

23)Gaspar, Elvira M., Renato Duarte, and José C. Santana. “Volatile Composition and Antioxidant Properties of Clove Products.”.

L’assunzione di chiodi di garofano è controindicata in chi soffre di disturbi emorragici o prima di un’operazione chirurgica.

L’interazione con farmaci anticougulanti è pericolosa.

Può irritare lo stomaco e causare disturbi gastrici in soggetti sensibili

Non ci sono casi di dipendenza, morte o danni permanenti causati dai chiodi di garofano in letteratura scientifica, l’olio essenziale invece va maneggiato con molta prodenza.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Chiodi di garofano (Syzygium aromaticum)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -