4.90

In Stock

Una pianta adorata dai felini, anticamente veniva impiegata a scopo medicinale ma oggi è usata più che altro come pianta ornamentale per i suoi fiori appariscente.

Contiene nepetalattone, un iridoide che in alcune ricerche ha mostrato affinità per i recettori oppioidi.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E CAMPIONATURA BOTANICA.

Svuota
4.90
forma Tritata In polvere Estratto 10:1 Estratto alcolico
quantita 13g 25g 50g 100g 125g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO NELLA MEDICINA POPOLARE (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: parte aerea

-ingerita\ 4-6g
-infusa\ 15-25g
-tintura 1:1\ 8-15ml 
-fumata o vaporizzata (125-150C°)\

L’erba gatta induce un gentile ma significativo effetto ansiolitico e sedativo.

Gli alti dosaggi possono anche causare euforia.

Medicina convenzionale
Le proprietà ansiolitiche, antiossidanti, sedative, muscolo-rilassanti, antinfiammatorie ed antidepressive dell’erba gatta e dei suoi fitocostituenti sono supportate dalla letteratura scientifica.

Non viene impiegata nella medicina convenzionale.

 

Medicina alternativa
E’ indicata in fitoterapia moderna come muscolo-rilassante, calmante, antiemetico e rimedio per insonnia; esternamente si usa come unguento per dare sollievo alle irritazioni della pelle.
Si usa anche in pediatria.

Una volta era in voga come antitussivo, astringente, carminativo, diaforetico, emmenagogo, refrigerante, energizzante, contro disturbi gastrici, diarrea, coliche, febbre, malattie mentali e come tonico generale.
Era lodata anche come erbicida, repellente per insetti naturale e lozione per scabbia, emorroidi, forfora etc.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere l’erba gatta (opzionale)in polvere in una pentola con un volume triplo di acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare sobbollire appena fino a 30m per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere l’erba gatta (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 70%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 2 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione

Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Genere Nepeta
Specie N. cataria
Nativo: Europa
Plant Hardiness Zone: 4-8
L’erba gatta (Nepeta cataria) è una pianta perenne dalla cui radice si dipartono più steli eretti e ramificati lunghi fino a quasi 1m.
Le foglie ricoprono i fusti completamente, sono a forma di cuore e dentate; tutta la pianta, ma soprattutto le foglie, è ricoperta da una caratteristica peluria.
Le infiorescenze sono formate da gruppi di numerosi piccoli fiori densi e si possono notare da giugno a settembre.

Coltivazione
E’ una pianta molto forte e facile da coltivare:.
-Piantare i semi ad inizio primavera, in un comune terreno ben drenante a piena esposizione solare.
-Mantenere umido il terriccio fino allo sviluppo delle prime foglioline, quindi innaffiare solo quando è completamente asciutto.
-Dopo la raccolta dei fiori, conviene potare gli steli morti alla base per aumentare la resa del nuovo raccolto.

L’erba gatta è stata usata nel medioevo inglese e si credeva che fumare le foglie desse un effetto allucinogeno.
Un altra leggenda narra che quando masticata rendesse una persona feroce e aggressiva, ma entrambe queste affermazioni sono da considerarsi errate.
Tuttavia l’effetto della pianta è calmante indipendentemente dal metodo d’assunzione e gli effetti psicoattivi non sono ottenibili fumando il materiale vegetale secco.
Si narra pure che un boia, non avendo coraggio di uccidere i prigionieri, l’avesse usata per compiere le sue mansioni.

A scopo medicinale veniva somministrata per flatulenza, febbre, raffreddori, ulcere, ulcere gastriche, diarrea, malattie mentali, crampi, alito cattivo.
Era usata anche come erbicida, repellente per insetti e come lozione per scabbia, emorroidi, forfora etc.

L’erba gatta contiene nepetalattone, un composto aromatico che inebria circa l’80% dei felini in base al loro profilo genetico; funge anche da repellente per mosche ed altri insetti.

Studi del 1994 hanno dimostrato l’efficacia terapeutica della pianta nel contrastare anemia e mal di denti.

In alcuni test scientifici è emersa la potente azione antimicrobica dell’erba gatta, in grado di eliminare i funghi e batteri legati alle infezioni orali più comuni.

In altri sono state validate le sue proprietà antidepressive e sedative, utili a conciliare il riposo notturno.

L’erba gatta è stata studiata estensivamente e risulta essere del tutto sicura.
Contiene: acido nepetalico, alfa e beta-citrale, nepetalattone, limonene, geraniolo, dipentene, citronella, nerolo, acido acetico, acido butirrico, acido valerianico, e vari tannini.

Il composto attivo principale è il nepetalattone.

Effetti sedativi:
Osterhoudt, Kevin C., et al. “Catnip and the alteration of human consciousness.” Veterinary and human toxicology 39.6 (1997): 373-375.
Effetti antidepressivi:
Bernardi, Maria Martha, et al. “Antidepressant-like effects of an apolar extract and chow enriched with Nepeta cataria (catnip) in mice.” Psychology & Neuroscience 3.2 (2010): 251.
Effetti antiossidanti ed antimicrobici:
Adiguzel, A. H. M. E. T., et al. “Antimicrobial and antioxidant activity of the essential oil and methanol extract of Nepeta cataria.” Polish Journal of Microbiology 58.1 (2009): 69-76.
Effetti antinfiammatori ed analgesici:
Ricci, Esther Lopes, et al. “Anti-nociceptive and anti-inflammatory actions of Nepeta cataria L. var. citridora (Becker) Balb. essenmtial oil in mice.” J Health Sci Inst 28.3 (2010): 289-93.

L’assunzione di erba gatta è particolarmente controindicata in chi soffre di menorragia, malattia infiammatoria pelvica, nei bambini o durante gravidanza ed allattamento.

L’interazioni con farmaci a base di litio è pericolosa.

Gli effetti collaterali più comuni sono mal di testa e vomito.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica, tribale e scientifica: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso dei prodotti, solo organizzarli in base al loro background storico e alle potenzialità farmacologiche identificate nella letteratura scientifica.

Le preparazioni sono fornite a titolo educativo: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dall’ISS o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, sementi da coltivazione, materiale botanico da collezione/esposizione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano, leggi attentamente termini e condizioni prima di effettuare un eventuale acquisto https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Informazioni aggiuntive

Peso N/A

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Erba gatta (Nepeta Cataria)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shop
Sidebar
0 Wishlist
0 Cart
Erba gatta (Nepeta Cataria)
4.90 Scegli

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -