94% Off
Noce di betel (Areca Catechu) intera

5.50 4.13

In Stock

Molto screditata per via dei danni dovuti all’abuso ed alla continua masticazione del frutto in alcune culture asiatiche ed oceaniche, la noce di betel è il frutto di una palma, l’Areca catechu.

Contiene arecolina, un alcaloide che ha mostrato di agire come agonista del recettore nicotinico e agonista parziale dei recettori muscarinici dell’acetilcolina.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO A COLTIVAZIONE E CAMPIONATURA BOTANICA.

Svuota
5.50 4.13
forma Intera Tritata In polvere Estratto 10:1 Paan (nostra versione) Estratto alcolico
quantita 13g 25g 50g 100g 125g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MEDICINA AYURVEDICA (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: frutto

-ingerite/ (questa modalità può produrre disturbi gastrici, per questo vengono più che altro masticate) dose lieve 0,5-2g
-decotte/ 2-4g
-tintura 1:1/ 1-3ml
-fumate o vaporizzate (185-200C°)\ 

Viene combinata con catuaba e gotu kola a scopo afrodisiaco.

Non contiene caffeina.

La noce di betel contiene arecolina ed agisce come un potente stimolante del sistema nervoso centrale.

Il consumo cronico può creare dipendenza.

Medicina convenzionale
Le proprietà antidepressive, antietà, ipoglicemiche, nootropiche, dimagranti, antinfiammatorie, antiulcera, antiossidanti, antibatteriche e utili nella guarigione delle ferite della noce di betel sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usata nella medicina occidentale.

 

Medicina alternativa
Non contiene caffeina, può essere quindi assunta da chi non può assumere quest’ultima come sostituto salutare. Ha anche potenti effetti afrodisiaci.

Nella medicina tradizionale è stata usata contro meteorismo, vermi, muco, alito cattivo, come afrodisiaco e lassativo.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere la noce di betel (opzionale)in polvere in una pentola con un volume quadruplo di acqua (opzionale)distillata acida (1-2 cucchiai d’aceto/litro)
-Lasciare sobbollire appena fino a 30m per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (1 cucchiaio d’aceto/100ml) ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere la noce di betel (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 70%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 3 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Quid tradizionale
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mischiare la noce di betel (opzionale)in polvere con 1/5 del volume in foglie di tabacco in polvere e una stessa quantità di calce edibile.
-Impastare la mistura finchè non diventa omogenea, aiutandovi ad amalgamare il composto con una piccola quantità d’acqua.
-Lasciare riposare un’ora ed utilizzare quanto prima.

Descrizione
Classe: Liliopsida
Ordine: Arecales
Famiglia: Arecaceae
Sottofamiglia: Arecoideae
Tribù: Areceae
Sottotribù: Arecinae
Genere: Areca
Specie: A. catechu
Nativo: India, Malesia, Filippine
Plant Hardiness Zone: 11
La palma di betel (Areca Catechu) è una varietà di palma di medie dimensioni, cresce fino a 20m con un tronco con arriva a 15cm di diametro e molte piccole foglie di forma pinnata.

Coltivazione
E’ una palma robusta, semplice da coltivare:
-Piantare un seme superficialmente in un terreno molto drenante con una parte di sabbia e una di sfagno
-Innaffiarlo bene.
-Mantenere umido il terreno fino alla germinazione.
-Potare abitualmente le parti morte, teme i parassiti e la siccità

Masticare la noce di betel è una tradizione millenaria nella zona compresa tra Asia del sud e Pacifico.

In India e Sri Lanka era considerata un privilegio della famiglia reale, successivamente si è diffusa come rituale romantico e simbolo sessuale: gli amanti masticavano la noce di Areca per rilassarsi e rinfrescare l’alito.
La noce rappresentava il principe e la foglia della pianta la principessa.
Da molto tempo viene usata a scopo cerimoniale anche da induisti e buddisti.

In Thailandia viene venduta per le strade da donne molto giovani e carine vestite in modo succinto, in relazione alla sua tradizionale icona di simbolo erotico.

A scopo medicinale è stata usata in India contro i vermi e come lassativo.

Nella calce i due principali alcaloidi della pianta (arecolina e guvacolina) vengono idrolizzati in arecaidina e guvacina, forti inibitore della ricaptazione del GABA con successivo miglioramento dell’umore e dello stress. Anche la stimolazione dei livelli delle catecolamine (epinefrina e norepinefrina soprattutto) partecipa in quest’effetto ipnotico.

Gli effetti periferici del consumo della noce di betel sono rappresentati dall’aumento di frequenza cardiaca, pressione arteriosa, sudorazione e temperatura corporea. Le proprietà termogeniche validano la tradizionale applicazione terapeutica come stimolante del metabolismo.

Dall’osservazione degli elettroencefalogrammi si è visto che l’assunzione della noce di betel stimola la libido.

Il principale componente attivo della noce di betel è l’arecolina, uno stimolante.
Contiene inoltre: arecaina, guracina, grosse quantità di tannini, acido gallico, resine, oli volatili, lignina e varie sostanza saline.

Effetti antidepressivi:
Ahsana Dar, eta al. “Antidepressant Effects of Ethanol Extract of Areca catechu in Rodents.” Phytotherapy Research Volume 11, Issue 2 March 1997 Pages 174–176
Effetti cellulo-protettivi ed antietà:
K.-K. Lee, et al. “Anti-elastase and anti-hyaluronidase of phenolic substance from Areca catechu as a new anti-ageing agent” International Journal of Cosmetic Science Volume 23, Issue 6 December 2001 Pages 341–346
Effetti antibatterici:
Shan-Ling Hung, et al. “Inhibitory Effects of Areca Nut Extracts on Phagocytosis of Actinobacillus actinomycetemcomitans ATCC 33384 by Neutrophils.” Journal of Periodontology March 2005, Vol. 76, No. 3, Pages 373-379
Effetti nootropici e neuroprotettivi:
J E Christie, et al. “Physostigmine and arecoline: effects of intravenous infusions in Alzheimer presenile dementia.” The British Journal of Psychiatry Jan 1981, 138 (1) 46-50
Effetti sulla guarigione delle ferite:
Azeez, et al. “Wound healing profile of areca catechu extracts on different wound models in wistar rats” Kuwait Medical Journal, 39 (1). pp. 48-52.
Effetti dimagranti ed ipoglicemici:
Chempakam B. “Hypoglycaemic activity of arecoline in betel nut Areca catechu L.” Indian J Exp Biol. 1993 May;31(5):474-5.
Effetti antinfiammatori:
Mukta Rani Barman, et al “Antinociceptive Activity of Methanol Extract of Areca catechu L. (Arecaceae) Stems and Leaves in Mice “Advances in Natural and Applied Sciences, 5(2): 223-226, 2011ISSN 1995-0772
Effetti antiossidanti:
W.M. Zhang, et al. “Optimization of extraction conditions of areca seed polyphenols and evaluation of their antioxidant activities” Molecules 2014, 19(10), 16416-16427

La noce di betel è controindicata nei fumatori, in chi soffre di asma, bradicardia, disturbi occlusivi gastrointestinali, urinari, ulcere, patologie polmonari,epilessia o durante gravidanza ed allattamento.

L’interazione con i MAO-Inibitori è pericolosa.

Gli effetti collaterali più comuni sono insonnia, nervosismo, irrequietezza, nausea, vomito, tachicardia, ipertensione, tremori, mal di testa, ansia, respiro corto e aumento della diuresi.

Quantità eccessive possono causare convulsioni, come e morte.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Noce di betel (Areca Catechu)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -