Tabacco (Nicotiana Tabacum seme)

0.90

In Stock

Il tabacco naturale è completamente diverso da quello lavorato che potete trovare facilmente in commercio, ha un aroma più delicato ma allo stesso tempo più coinvolgente.

Il contenuto di nicotina nelle sigarette è ormai ai minimi storici, a dispetto dei livelli di catrame e monossido di carbonio (molto più tossici anche se non psicoattivi)… i loro prezzi sono invece alle stelle.

Il tabacco è una pianta molto produttiva e facile da coltivare. Sono permesse fino a 10 piante a persona per coltivazione personale secondo la normativa vigente italiana. Per un fumatore medio due possono abbondantemente bastare ad avere scorte di foglie per un anno intero. Pensate al piacere di fumare il vostro tabacco ed a quanto potreste risparmiare.

Svuota
0.90
quantita Circa 60 semi Circa 150 semi Circa 300 semi
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

La nicotina contenuta nel tabacco incrementa i livelli di di dopamina e interpreta l’atto come una situazione di ricompensa allo stesso modo di un buon pasto, del sesso o di altre attività gradite.

Medicina convenzionale
Le proprietà antiallergiche ed antivirali del tabacco sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usato in medicina convenzionale.

 

Medicina alternativa
Viene impiegato in fitoterapia alternativa per trattare i sintomi di Alzheimer, demenza e ADHD. E’ molto diffuso come enema per purificare l’intestino.

Localmente si applica come antinfiammatorio.

Nella medicina ayurvedica si indica anche per trattare morsi di serpente a sonagli, insetti ed asma; esternamente su eczema, disturbi della pelle e dolori reaumatici.

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Solanales
Famiglia: Solanaceae
Genere: Nicotiana
Specie: N. tabacum
Nativo: America del Sud, America Centrale
Plant Hardiness Zone: 7-10
Il tabacco (Nicotiana Tabacum) è una pianta annuale robusta che cresce fino a 2,5 m d’altezza.
Sviluppa delle foglie verdi lunghe fino a 60cm e a fiori rosa-bianchi a forma di tromba.

Coltivazione
Il tabacco è una pianta robusta molto facile da coltivare:
– seppellire i semi superficialmente in primavera in un qualunque terriccio leggero, ricco e ben drenante a piena esposizione solare.
-mantenere il terriccio umido fino alla germinazione, non richiede molto tempo di solito.
-non necessita di particolari attenzioni.
-la pianta può essere cimata più volte, ricresce sempre più forte finchè ha nutrimento ed acqua.

In Arabo la parola “tabaq” significa erba che produce euforia, riferendosi alle potenti proprietà ricreazionali della pianta.

I nativi americani hanno un enorme rispetto per questa pianta: la condividono con gli stranieri come segno di ospitalità, alleanza, fratellanza, partenza e guerra .
La fumano per sigillare le alleanze, i contratti e prima di alcune importanti cerimonie.
Secondo una loro leggenda il Grande Spirito nel processo della creazione diede a tutte le creature un potere, ma non ne restarono per l’uomo.
Gli fu dato al suo posto il tabacco, subito gli altri proposero di scambiare i loro poteri per questa pianta.
Ma il Grande Spirito rispose che era facoltà dell’uomo decidere quando e se scambiarla.
Per questo, quando l’uomo vuole onorare o ottenere l’aiuto di uno spirito, offre delle foglie di tabacco.

In Sud America viene largamente impiegato per varie cerimonie di “smudging”, rituali di purificazione in cui si adopera il fumo.

Fu introdotto in Europa al tempo della regina Elisabetta I d’Inghilterra dal famoso esploratore ed avventuriero Sir Walter Raleigh. Ironicamente fu il primo condannato nel 1618 a chiedere l’ultima sigaretta prima dell’esecuzione.

Nel medioevo veniva impiegato come sostituto delle solanacee anticolinergiche per la preparazione di elisir ed unguenti stregoneschi.

Il tabacco ha una lunga tradizione in medicina popolare come emetico, anoressizzante, stimolante ed antidepressivo. Fino al 1700 andava di moda fra gli erboristi europei come una sorta di panacea.

La nicotina, il principale composto attivo, si lega ai recettori nicotinici colinergici facilitando il rilascio dell’acetilcolina. In più stimola il rilascio di dopamina, glutammato e GABA.

Uno studio del 2007 ha analizzato gli additivi comunemente usati nella regolare produzione di tabacco scoprendo che più di 100 di questi composti hanno una loro azione farmacologica specifica.
Molti potenziavano il potenziale di dipendenza della nicotina, in più mascheravano o modificano la sintomatologia degli effetti collaterali cronici ed acuti rendendone più difficile il trattamento adeguato.

Inoltre diversamente da come molti pensano non è la nicotina ad indurre la diffusa e terribile dipendenza dalle sigarette ma l’interazione di questa con i composti MAO-I presenti nel tabacco.
Emerge da numerosi test clinici autorizzati dall’FDA che l’assunzione di nicotina isolata non produce dipendenza.

Per questo sono ormai anni che produco ormai da me il mio tabacco, è una pianta facilissima da coltivare (almeno qui in Sicilia) e molto produttiva.

Il seccaggio è la parte più difficile, deve essere effettuato in un posto molto freddo e ventilato.
Deve essere quanto più lento possibile: bisogna controllare continuamente l’umidità e rinumidire leggermente la foglia se scende troppo, evitando di farla ammuffire per eccesso di zelo.
L’ideale è attaccare ciascuna foglia ad un filo per esporne tutta la superficie all’aria corrente.

Le foglie di tabacco contengono nicotina, glutammina, asparagina, pectina, nicotianina, solanesolo, acido malico, acido citrico, armano, nonarmano, fibre, proteine, terpeni, steroli e minerali (calcio, potassio, magnesio, zolfo, fosforo).

Il principale composto attivo è la nicotina.

Armano e nonarmano sono i MAO-I identificati ma potrebbero essercene altri.

Effetti analgesici:
Ezeja, M. I., and Y. S. Omeh. “Anti-nociceptive activities of the methanolic leaf extract of Nicotiana tabacum (Linn).” Continental Journal of Pharmacology and Toxicology Research 3 (2010): 5-10.
Effetti antielmintici:
Iqbal, Zafar, et al. “In vitro and in vivo anthelmintic activity of Nicotiana tabacum L. leaves against gastrointestinal nematodes of sheep.” Phytotherapy Research 20.1 (2006): 46-48.
Effetti nefroprotettivi:
Sadis, Claude, et al. “Nicotine protects kidney from renal ischemia/reperfusion injury through the cholinergic anti-inflammatory pathway.” PLoS One 2.5 (2007): e469.
Effetti neuroprotettivi:
Park, Hyun Jung, et al. “Neuroprotective effect of nicotine on dopaminergic neurons by anti‐inflammatory action.” European Journal of Neuroscience 26.1 (2007): 79-89.
Effetti antinfiammatori:
Lakhan, Shaheen E., and Annette Kirchgessner. “Anti-inflammatory effects of nicotine in obesity and ulcerative colitis.” Journal of translational medicine 9.1 (2011): 129.
Effetti dimagranti:
Schechter, Martin D., and Peter G. Cook. “Nicotine-induced weight loss in rats without an effect on appetite.” European journal of pharmacology 38.1 (1976): 63-69.
Effetti nootropici:
Dunne, M. P., D. MacDonald, and L. R. Hartley. “The effects of nicotine upon memory and problem solving performance.” Physiology & behavior 37.6 (1986): 849-854.
Effetti antibatterici:
Zaidi, Muhammad Idrees, et al. “Antibacterial activities of nicotine and its zinc complex.” African Journal of Microbiology Research 6.24 (2012): 5134-5137.

L’assunzione di tabacco è controindicata in chi soffre di convulsioni, malattie vascolari, ipertensione, diabete, disturbi cardiaci, problemi epatici, malattie della pelle, ipertiroidismo, ulcera peptica, feocromocitoma o durante gravidanza ed allattamento.

L’interazione con farmaci broncodilatatori, decongestionanti ed antipertensivi è pericolosa. Potenzia l’assorbimento di molte sostanze.

Gli effetti collaterali più comuni sono nausea, vomito (soprattutto se assunto oralmente), mal di testa, ipertensione, sudorazione, ansia, insonnia, nervosismo, tremori e tachicardia.

L’overdose è molto pericolosa per il rischio di convulsioni, arresto respiratorio, infarto, coma e morte.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tabacco (Nicotiana Tabacum)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ordini sono stati disattivati fino al 24/01. Quelli inoltrati e pagati prima del break verranno regolarmente spediti

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -