Out Of Stock

3.90

Tipica aromatica mediterranea, ha un aroma inconfondibile.

Ha una lunga tradizione in medicina popolare contro forfora, disturbi respiratori, gastrici e della pelle; presenta un profilo terpenico molto variabile in genere dominato da sabinene, p-cimene e carvacrolo.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E CAMPIONATURA BOTANICA.

Svuota
3.90
condizione Secco Fresco
forma Intero Tritato In povere Estratto alcolico
quantita 25g 100g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO IN MEDICINA POPOLARE (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)

PARTE USATA: foglie, infiorescenze

-ingerite/ 0,5-1g 
-infuse\ 5-10g 
-tintura 1:1/ 3-6ml 

Sia l’aroma che le proprietà medicinali sono molto simili a quelle del timo.

Viene combinato a scopo immunostimolante con timo, maggiorana, peperoncino, ortica ed edera; a scopo antinfiammatorio con artemisia, basilico, curcuma e zenzero; come rimedio contro disturbi metabolici e diabete con la camomilla.

Viene impiegato insieme ad alloro, basilico, maggiorana, rosmarino, timo ed aglio nella cucina mediterraneo per la preparazione di secondi piatti, zuppe e stufati a base di carni e verdure.

Medicina convenzionale
Le proprietà sedative, analgesiche, ansiolitiche, antinfiammatorie, antiossidanti, antitumorali, neuroprotettive, anticonvulsivanti, antidepressive e gastroprotettive dell’origano e dei suoi fitocostituenti sono supportate dalla ricerca scientifica.

Viene indicato per combattere colesterolo alto e parassiti.

 

Medicina alternativa
Viene usato in fitoterapia e medicina alternativa contro diarrea, gas intestinale, gola irritata, sinusite, tosse, tensione nervosa, difficoltà respiratorie, forfora, irritazione da pannolino, reumatismi, mal d’orecchio, mal di denti, punture velenose, crampi e febbre.

Infuso
-Mettere l’origano (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile con volume doppio d’acqua (opzionale)distillata molto calda ma non bollente.
-Chiudere ermeticamente il barattolo e lasciare infondere finchè non diventa tiepido, si può anche avvolgere nell’alluminio per rallentare il raffreddamento
-Filtrare i solidi
-(Opzionale) Riutilizzare i solidi scartati per un altra infusione

Tintura
-Mettere l’origano (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 40% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e mantenere in infusione fino a 2 settimane per la saturazione.
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Olio infuso                                                                                                                                        
-Mettere in un frullatore l’origano ed aggiungere olio a filo fino alla consistenza desiderata
-Scaldare l’olio a bagnomaria senza farlo bollire fino a 2 ore.
-Filtrare, quindi conservare in un recipiente ermetico lontano da umidità, fonti di luce e di calore.

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Lamiales
Famiglia: Lamiaceae
Genere: Origanum
Specie: O. vulgare
Nativo: Europa, Asia
Plant Hardiness Zone: 5-9
L’origano (Origanum Vulgare) è una pianta da fiori perenne della famiglia della menta che cresce fino a 80cm d’altezza.
Sviluppa foglie opposte di colore verde-oliva lunghe fino ad un massimo di 4cm e produce dei fiori viola a forma di pala.

Coltivazione
L’origano è una pianta molto robusta, facilissima da coltivare:
-Pressare lievemente i semi in un terreno qualunque molto drenante a piena esposizione solare.
-Mantenere umido il terreno fino alla germinazione.
-Non necessita di cure particolari, teme il ristagno idrico e resiste alla siccità più estrema.

L’origano era sacro ad Afrodite, la dea dell’amore. Sia nella cultura greca che in quella romana si usava adornare gli sposi con questa pianta, si diceva che un unguento a base di origano potesse far sognare ad un uomo la sua futura sposa.
Ai tempi di Shakespeare si diceva che portasse fortuna, salute, promuovesse sogni psichichi, allontanasse la tristezza, incoraggiasse la felicità e la tranquillità.
Veniva anche usato per la produzione di elisir d’amore e per tenere a bada gli spiriti malvagi.
Gli Egiziani lo usavano come conservante.

Gli antichi Greci credevano che l’origano fosse un efficace antidoto contro vari veleni ed esternamente un rimedio contro dropsia, convulsioni, intossicazioni narcotiche, irritazioni o infezioni della pelle. Si usava anche nella medicina tradizionale cinese.
L’erborista inglese Jonh Gerard parla delle sue proprietà nella cura delle intossicazioni da narcotici quali oppio, oppiacei e cicuta.
Lo raccomandava anche per il mal di denti.
Nel corso del XIIX secolo è stato usato nella cura di tosse ed asma.

Estratti a base di questa pianta inibiscono la ricaptazione e la degradazione dei neurotrasmettitori della famiglia delle monoamine (dopamina, noradrenalina, istamina e serotonina) risultando in effetti antidepressivi.

Un gruppo di ricercatori ha analizzato l’olio essenziale prodotto con la pianta in Turchia, riportando un effetto analgesico dose-dipendente sui topi.

Estratti alcolici a base di origano hanno inibito la propagazione intracellulare del virus EV9 Hill, oltre alla stimolazione diretta dell’attività dell’interferone ad opera della luteolina.
Una combinazione a base di rosmarino, salvia, timo ed origano ha dimostrato di inibire il virus dell’HIV, oltre a ridurre notevolmente lo stress ossidativo.

Il timolo di cui è ricco l’olio volatile è un GABAergico e potenzia il rilascio del GABA con effetti sedativi/anestetici simili al propofol.
Inoltre si lega ai recettori intracellulari del progesterone abbassando i livelli d’ansia.

Il carvacrolo, il composto più abbondante nell’olio essenziale della pianta, ha dimostrato effetti analgesici in alcuni esperimenti condotti sulle cavie da laboratorio.

Alcune evidenze sperimentali suggeriscono che possa anche migliorare il recupero funzionale indotto da un trauma cerebrale.

In uno studio recente questo composto si è rivelato efficace contro diversi parassiti gastrici (Blastocystis hominis, Entamoeba hartmanni, Endolimax nana), in un altro contro gli Streptococchi del gruppo A eritrocina-resistenti, la Salmonella enterica, Salmonella typhimurium, Escherichia coli, Stafilococcus aureus ed epidermidis.
Sembra essere efficace come potente antibiotico ad ampio spettro, ma diversamente dai sintetici non danneggia la flora batterica benefica e l’assorbimento di vitamine.

I flavonoidi, il toceferolo e l’acido rosmarino sono responsabili della potente azione antiossidante dell’origano.

L’ultimo si è comportato come un inibitore della ciclossigenasi-2 in maniera simile ad ibuprofen o aspirina.
Inoltre agisce sul GABA in maniera simile al timolo.

L’origano contiene carvacrolo, timolo, acido rosmarinico, acido ursolico, acido oleanolico, acido caffeico, glicosidi, flavonoidi (eriocitrina, apigenina, luteolina, crisoeriolo, carvacrolo, diosmetina, quercetina, eriodictiolo, cosmocida, miristicina, vicenina-2, timoquinolo, timolo, acido 12-idrossijasmonico, acido B litospermico, acido 10-epi-litospermico, β-sitosterolo e triacontanolo.

Gli effetti sul CNS sono dovuti in primo luogo al timolo, ma anche l’acidi rosmarinico contribuisce.

Gli effetti analgesici, neuroprotettivi, antimicrobici, antivirali ed immunostimolanti sono dovuti prinicipalmente al carvacrolo.

Gli effetti antiossidanti sono dovuti a flavonoidi, toceferolo ed acido rosmarino

Effetti antimicrobici e citotossici:
Sivropoulou, Afroditi, et al. “Antimicrobial and cytotoxic activities of Origanum essential oils.” Journal of agricultural and Food Chemistry 44.5 (1996): 1202-1205.
Effetti ansiolitici, sedativi ed analgesici:
Rezaie, Ali, et al. “Comparative study of sedative, pre-anesthetic and anti-anxiety effect of Origanum majorana extract with diazepam on rats.” Res J Biol Sci 6.11 (2011): 611-614.
Effetti anticonvulsivanti:
Deshmane, Dipti N., Chhaya H. Gadgoli, and Ganesh V. Halade. “Anticonvulsant effect of Origanum majorana L.” Pharmacologyonline 1 (2007): 64-78.
Effetti antidepressivi e neuroprotettivi:
Mohajeri, M. Hasan, Goralczyk Regina, and Dimpfel Wilfried. “Modulation of neurotransmission by a specified oregano extract alters brain electrical potentials indicative of antidepressant-like and neuroprotective activities.” Neuroscience & Medicine 2012 (2012).
Effetti antiossidanti:
Chun, Sung-Sook, et al. “Phenolic antioxidants from clonal oregano (Origanum vulgare) with antimicrobial activity against Helicobacter pylori.” Process Biochemistry 40.2 (2005): 809-816.
Effetti antitumorali:
Tuncer, E., et al. “Antitumor effects of Origanum acutidens extracts on human breast cancer.” J BUON 18.1 (2013): 77-85.
Effetti gastroprotettivi:
Al-Howiriny, Tawfeq, et al. “Protective Effect of Origanum majorana L.’Marjoram’on various models of gastric mucosal injury in rats.” The American journal of Chinese medicine 37.03 (2009): 531-545.
Effetti mao-inibitori:
Mechan AO, et al. “Monoamine reuptake inhibition and mood-enhancing potential of a specified oregano extract.” Br J Nutr. 2011 Apr;105(8):1150-63.

L’assunzione di origano è particolarmente controindicata per chi soffre di diabete, patologie emorragiche, allergie a piante della famiglia delle Lamiaceae, prima di un intervento o durante gravidanza ed allattamento.

Non sono note interazioni farmacologiche..

Non sono noti effetti collaterali.

Alti dosaggi possono causare disturbi gastrici.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica, tribale e scientifica: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso dei prodotti, solo organizzarli in base al loro background storico e alle potenzialità farmacologiche identificate nella letteratura scientifica.

Le preparazioni sono fornite a titolo educativo: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dall’ISS o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, sementi da coltivazione, materiale botanico da collezione/esposizione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano, leggi attentamente termini e condizioni prima di effettuare un eventuale acquisto https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Informazioni aggiuntive

Peso N/A

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Origano (Origanum Vulgaris)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shop
Sidebar
0 Wishlist
0 Cart

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -