Bacopa (Bacopa monnieri) pianta intera

4.50

La bacopa è uno dei nootropi naturali più famosi e lodati, viene impiegata da sempre nella medicina ayurvedica per il supporto delle facoltà cognitive. In alcuni test ha ridotto ansia e stress, modulando l’attività del GABA.

Dalla latteratura scientifica emergono numerose evidenze sulle sue proprietà benefiche nei confronti di stress di vario tipo mediati dal suo alto potere antiossidante, mostra anche una significativa azione antinfiammatoria.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E COLLEZIONE.

Svuota
4.50
forma Intera Tritata In polvere Tintura (artigianale)
quantita 50g 100g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta
SKU: N/A Category: Tags: ,

Descrizione prodotto

DOSI INDICATIVE A TITOLO INFORMATIVO E DI RIDUZIONE DEL DANNO:

PARTE USATA: pianta intera

-ingerita o incapsulata\ dose lieve 2-4gr \moderata 4-8gr \alta 8-12gr \altissima 12-20gr
-decotta\ dose lieve 3-5gr \moderata 5-10gr \alta 10-15gr \altissima 15-25gr
-tintura\ dose lieve 3-5gr \moderata 5-10gr \alta 10-15gr \altissima 15-25gr

La bacopa è famosa per le sue proprietà nootropiche, migliorando concentrazione, memoria e capacità cognitive in generale.

L’azione combinata pro-colinergica, antiossidante, antinfiammatoria, vasostimolante, chelante, adattogenica ed inibente per i depositi di proteina beta-amiloide suggeriscono potenziali applicazioni nella prevenzione e nel trattamento dei sintomi delle malattie neurodegenerative.

Riduce anche i livelli di stress ed ansia provocando l’abbassamento dei livelli di noreprinefina e l’aumento di quelli di serotonina.

Viene combinata con pepe lungo e curcuma come antinfiammatorio e per la febbre; con moringa, ginkgo, ashwagandha e rodiola in diverse formule nootropiche naturali.
In medicina ayurvedica si assume giornalmente due volte al giorno per almeno due settimane prima di ottenerne i massimi benefici.

Medicina convenzionale
Le proprietà nootropiche [1], antidepressive [2], neuroprotettive [3], antiossidanti [4], antimicrobiche [4], antinfiammatorie [4], adattogeniche [5], analgesiche [6], antidiarroiche [6], citotossiche [6], antiulcera [7], broncodilatatrici [8], endocrine [9] e benefiche per la performace atletica [10] della bacopa sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usata in medicina convenzionale.

Medicina alternativa
La bacopa ha una lunga tradizione nella medicina ayurvedica come tonico mentale per facilitare la meditazione, rinforzare il sistema nervoso, ridurre l’ansia, migliorare le facoltà cognitive e la memoria [11].
Viene anche impiegata come afrodisiaco e rimedio antietà.

Decotto
-Mettere la bacopa (opzionale)in polvere con un volume quadruplo d’acqua (opzionale)distillata in una pentola.
-Bollire la soluzione fino a 1h per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi.
-(Opzionale) Aggiungere miele, cannella e zenzero se si gradisce.
-(Opzionale) Può essere concentrato ulteriormente con l’aiuto di calore per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Tintura
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere la bacopa (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso possibile (almeno 1 volta al giorno) e lasciare infondere fino a 3 settimane per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di un calore per produrre un estratto atto ad essere incapsulato.

Descrizione
Ordine: Lamiales
Famiglia: Plantaginaceae
Genere: Bacopa
Specie: B. monnieri
Nativo: Australia, India
Plant Hardiness Zone: 8-10
La bacopa (Bacopa monnieri) è un pianta erbosa dotata di piccole foglioline succulente spesse circa 5mm. I fiori sono piccoli e bianchi, composti da 4 o 5 petali.

Coltivazione
La bacopa è facile da coltivare:
-In primavera spargere superficialmente i semi in un vasetto pieno di terriccio umido, ricco e ben drenante a piena esposizione solare.
-necessita della luce per la germinazione, attenzione a non coprire i semi.
-teme la siccità e la mancanza di luce solare.

La bacopa viene chiamata in India “Brahmi”, in riferimento a Brahma, il dio creatore del pantheon Hindu [11].

E’ stata menzionata per la prima volta nel VI secolo a.C. nel Caraka Samhita per le sue proprietà benefiche su stress, memoria e concentrazione.

Nella religione Hindu viene utilizzata per consAcrare i neonati e favorire lo sviluppo delle loro capacità cognitive.

EFFETTI NOOTROPICI E NEUROPROTETTIVI La bacopa contine delle saponine triterpenoidi note come bacosidi responsabili delle proprietà stimolanti della pianta sulla trasmissione nervosa.
Riparano i neuroni danneggiati potenziando l’attività chinasica, la sintesi neuronale e il ripristino della funzione sinaptica [12].

Studi su adulti sani rivelano un significativo effetto positivo su immagazzinamento delle nuove informazioni, velocità di elaborazione degli stimoli visivi, frequenza di apprendimento e consolidamento della memoria dopo 12 settimane di terapia a base di bacopa.

La pianta ha dimostrato di sopprimere la funzione colinergica negli anziani, migliorando attenzione, memoria di lavorio e elaborazione mnemonica [13].
La somministrazione nei bambini per 12 settimane ha effetti benefici su ripetizione delle frasi, memoria logica e compiti cognitivi associati accoppiati [12].

EFFETTI ANTIOSSIDANTI
La bacopa agisce come spazzino dei radicali liberi, riduce perossidazione lipidica indotta da nicotina, citotossicità indotta dal perossido di idrogeno e i danni al DNA. Studi su animali dimostrano l’azione antiossidante dell’estratto di bacopa su ippocampo, corteccia frontale e nucleo striato [14].
Stress
L’estratto di bacopa induce l’espressione delle proteine da shock termico (HSP 70), degli enzimi citocromo P450 e superossido dismutasi (SOD) in tutte le regioni del cervello anche in assenza di una condizione di stress estremo [15].
Neurotossicità
Riduce la tossicità amiloide e potrebbe avere potenziali applicazioni terapeutiche nel trattamento di dell’Alzheimer [15]. La somministrazione di estratti a Base di bacopa sembra contrastare anche la degenerazione colinergica tipica delle fasi precosi dell’Alzheimer e dell’ADHD [16].
Capacità cognitive
Diversi studi comportamentali condotti su cavie animali dimostrano che la somministrazione di bacopa potenzia l’apprendimento motorio e ritarda la perdita dei pattern acquisiti.
I bacosidi isolati dalla pianta facilitano la funzionalità della memoria anterograda ed attenuano l’amnesia indotta da scopolamina, diazepam ed altri ipnotici, probabilmente agiscono sui livelli di acetilcolina e glutammato [23].
Fumo
In alcuni studi il bacoside A isolato dalla bacopa ha manifestato un effetto protettivo nei confronti dello stress ossidativo indotto dal consumo cronico di sigarette [15].
Schizofrenia
Nella schizofrenia paranoide la combinazione della bacopa con i farmaci convenzionali ha ridotto i punteggi PANSS e BPRS senza l’insorgenza di effetti collaterali [17].
Patologie epatiche
Allevia la perossidazione lipidica indotta dalla morfina e protegge le cellule epatiche [12]. Contrasta anche le disfunzioni cognitive indotte dalla fenitoina, migliorando l’acquisizione e la memoria dei dati [18].
Cancro
Il bacoside A previene l’insorgenza di carcinoma epatocellulare nelle cavie, riduce la perossidazione lipidica e i marker tumorali della prograssione in fibrosarcoma [19].
Ulcera
L’estratto di bacopa allevia i sintomi dell’ulcera da stress, nella mucosa gastrica dei ratti ha ridotto l’attività della Lactoperossidasi (LPO) [15].
Misfolding delle proteine
La bacopa è in grado di prevenire e riparare gli errori nel ripiegamente e nell’aggregazione delle proteine [20], un fattore strettamente connesso a patologie come Alzheimer, Parkinson, diabete di tipo 2 e amiloidosi sistemica.

EFFETTI ANTINFIAMMATORI
Patologie gastrointestinali
Da uno studio in vitro emerge l’attività spasmolitica della bacopa nei confronti dei muscoli lisci intestinali, attraverso l’inizibizione dell’afflusso di calcio attraverso le membrane cellulari.
Questo meccanismo suggerisce potenziali applicazioni terapeutiche nel trattamento di diarrea e sindrome del colon irritabile.
Estratti a base della pianta rinforzano la barriera mucosa gastrica e ne riducono l’esfoliazione, nelle cavie ha manifestato effetti protettivi nei confronti dell’ulcera indotta da acido acetico, alcol, aspirina, etc. [21].
Ferite
La bacopa mostra circa l’82% dell’azione inibitoria dell’indometacina sull’edema della ferita, inibisce significativamente  ciclossigenasi-2 (COX-2) e lipossigenasi (5-LOX, 15-LOX).
Ha un azione inibitoria sulla sintesi delle prostaglandine e migliora la stabilizzazione della membrana lisosomiale.
L’applicazione locale di preparati a base della pianta potenzia formazione di nuovo collagene, epitelizzazione precoce, forza di rottura e frequenza di contrazione della ferita [22].

EFFETTI ANTIDEPRESSIVI ED ANSIOLITICI
L’estratto di bacopa ha manifestato nelle cavie un azione antidepressiva simile al farmaco controllo (imipramina), sembra agire modulando l’attività del GABA.
L’hersaponina isolata dalla pianta previene le convulsioni [15]. 
Riduce anche i livelli di stress ed ansia provocando l’abbassamento dei livelli di noreprinefina e l’aumento di quelli di serotonina.
Ad alte dosi ha superato ha mostrato effetti ansiolitici comparabili al lorazepam, senza manifestare amnesia ma anzi favorendo le funzioni mnemoniche [23].

EFFETTI IPOGLICEMICI
Un estratto a base di bacopa ha incrementato l’utilizzo del glucosio su alcuni ratti diabetici in maniera simile all’insulina [24].

EFFETTI ANTIMICROBICI
Batteri: Salmonella typhi, Pseudomonas aeruginosa, Vibrio cholera, Escherichia coli, Streptococcus haemolyticus, Streptococcus faecalis, Bacillus subtilis, Edwardsiella tarda, Klebsiella pneumoniae, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Pseudomonas aeruginosa, Salmonella typhi, Shigella boydii, Shigella dysenteriae, Shigella flexneri, Plesiomonas shigelloides, Staphylococcus aureus e albus [25].
Funghi: Curvularia lunata, Rhizoctonia solani, Acremonium kiliense [26], Candida albicans, Aspergillus niger, Saccharomyces cerevisae e Penicillium notatum [27].

 

La bacopa contiene alcaloidi (brahmina, nicotinina, erpestina, jujubogenina), flavonoidi (luteolina, apigenina), saponine (monnierina, bacosina hersaponina, bacosidi), glicosidi, fitosteroli (stigmastanolo, β-sitosterolo, stigmasterolo), acido betulinico e mannitolo.

I bacosidi sono i principali composti responsabili dell’attività nootropica della pianta, particolarmente il Bacoside A che può raggiungere l’8% di concentrazione nella pianta secca di qualità [28].

1)Stough, Con, et al. “Examining the nootropic effects of a special extract of Bacopa monniera on human cognitive functioning: 90 day double‐blind placebo‐controlled randomized trial.” Phytotherapy Research: An International Journal Devoted to Pharmacological and Toxicological Evaluation of Natural Product Derivatives 22.12 (2008): 1629-1634.

2)Zhou, Yun, et al. “Triterpene saponins from Bacopa monnieri and their antidepressant effects in two mice models.” Journal of natural products 70.4 (2007): 652-655.

3)Stough, Con, et al. “Examining the nootropic effects of a special extract of Bacopa monniera on human cognitive functioning: 90 day double‐blind placebo‐controlled randomized trial.” Phytotherapy Research: An International Journal Devoted to Pharmacological and Toxicological Evaluation of Natural Product Derivatives 22.12 (2008): 1629-1634.

4)Mathur, Abhishek, et al. “Pharmacological investigation of Bacopa monnieri on the basis of antioxidant, antimicrobial and anti-inflammatory properties.” J Chem Pharm Res 2.6 (2010): 191-8.

5)Rai, Deepak, et al. “Adaptogenic effect of Bacopa monniera (Brahmi).” Pharmacology Biochemistry and Behavior 75.4 (2003): 823-830.

6)Chakma, N., M. Rahman, and M. Salahuddin. “Kumar ss. Assessment of analgesic, antidiarrhoeal and cytotoxic activity of ethanolic extract of the whole plant of Bacopa monnieri Linn.” Int Res J of Pharmacy 3.10 (2013): 98-101.

7)Rao, Ch V., K. Sairam, and R. K. Goel. “Experimental evaluation of Bocopa monniera on rat gastric ulceration and secretion.” Indian Journal of Physiology and Pharmacology 44.4 (2000): 435-441.

8)Channa, Shabana, et al. “Broncho-vasodilatory activity of fractions and pure constituents isolated from Bacopa monniera.” Journal of ethnopharmacology 86.1 (2003): 27-35.

9)Kar, A., S. Panda, and S. Bharti. “Relative efficacy of three medicinal plant extracts in the alteration of thyroid hormone concentrations in male mice.” Journal of ethnopharmacology 81.2 (2002): 281-285.

10)Anand, T., et al. “Effect of bacoside extract from Bacopa monniera on physical fatigue induced by forced swimming.” Phytotherapy research 26.4 (2012): 587-593.

11)Chopra, Ram Nath, Sham L. Nayar, and Ishwar C. Chopra. Glossary of Indian medicinal plants. Vol. 1. New Delhi: Council of Scientific & Industrial Research, 1956.

12)Monograph: Bacopa monnieri. Alternative Medicine Review, Vol 9 (1), 2004, pp. 79-85

13)Peth-Nui, Tatimah, et al. “Effects of 12-week Bacopa monnieri consumption on attention, cognitive processing, working memory, and functions of both cholinergic and monoaminergic systems in healthy elderly volunteers.” Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine 2012 (2012).

14)Bhattacharya, S. K., et al. “Antioxidant activity ofBacopa monniera in rat frontal cortex, striatum and hippocampus.” Phytotherapy Research 14.3 (2000): 174-179.

15)Gohil, Kashmira J., and Jagruti A. Patel. “A review on Bacopa monniera: current research and future prospects.” International Journal of Green Pharmacy (IJGP) 4.1 (2010).

16)Peth-Nui, Tatimah, et al. “Effects of 12-week Bacopa monnieri consumption on attention, cognitive processing, working memory, and functions of both cholinergic and monoaminergic systems in healthy elderly volunteers.” Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine 2012 (2012).

17)Sarkar, Sukanto, et al. “Add-on effect of Brahmi in the management of schizophrenia.” Journal of Ayurveda and integrative medicine 3.4 (2012): 223.

18)Sumathy, T., et al. “Protective role of Bacopa monniera on morphine induced hepatotoxicity in rats.” Phytotherapy Research 15.7 (2001): 643-645.

19)Sudharani, D., et al. “Pharmacological profiles of Bacopa monnieri: a review.” Int J Pharm 1.1 (2011): 15-23.

20)Varma, Neelakant, et al. “Bacopa monnieri inhibit hen egg white lysozyme fibrillation and help in retaining its activity at acidic condition.” Journal of Biomolecular Structure and Dynamics just-accepted (2019): 1-21.

21)Rao, Ch V., K. Sairam, and R. K. Goel. “Experimental evaluation of Bocopa monniera on rat gastric ulceration and secretion.” Indian Journal of Physiology and Pharmacology 44.4 (2000): 435-441.

22)Murthy, S., et al. “Evaluation of in vivo wound healing activity of Bacopa monniera on different wound model in rats.” BioMed research international 2013 (2013).

23)Singh, H. K., and B. N. Dhawan. “Neuropsychopharmacological effects of the Ayurvedic nootropic Bacopa monniera Linn.(Brahmi).” Indian Journal of Pharmacology 29.5 (1997): 359.

24)Ghosh, Tirtha, et al. “Antidiabetic and in vivo antioxidant activity of ethanolic extract of Bacopa monnieri Linn. aerial parts: a possible mechanism of action.” (2008): 61-68.

25)Khan, Abdul Viqar, et al. “Antibacterial efficacy of Bacopa monnieri leaf extracts against pathogenic bacteria.” Asian Biomedicine 4.4 (2010): 651-655.

26)Sengupta, S., S. N. Ghosh, and A. K. Das. “Aiitimycotic Potentiality of the Plant Extract Bacopa monnieri (L.) Penn.” Research Journal of Botany 3.2 (2008): 83-89.

27)Mathur, Abhishek, et al. “Pharmacological investigation of Bacopa monnieri on the basis of antioxidant, antimicrobial and anti-inflammatory properties.” J Chem Pharm Res 2.6 (2010): 191-8.

28)Shinomol, George K. “Bacopa monnieri modulates endogenous cytoplasmic and mitochondrial oxidative markers in prepubertal mice brain.” Phytomedicine 18.4 (2011): 317-326.

L’assunzione di bacopa è controindicata in chi soffre di bradicardia, disturbi respiratori, ulcere, problemi alla tiroide, blocco intestinale ed urinario.

Non si conoscono interazioni farmacologiche pericolose.

Gli effetti collaterali più comuni sono diarrea, disturbi gastrici, nausea, bocca secca e fatica.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bacopa (Bacopa monnieri)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le provincie di Bergamo e Lodi sono state isolate, possiamo spedire ovunque meno in quelle zone.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -