Bacopa (Bacopa monnieri) pianta intera

4.50

In Stock

La bacopa è uno dei nootropici naturali più famosi e lodati, viene impiegata da sempre nella medicina ayurvedica.

Gli effetti benefici su memoria, concentrazione ed umore sono supportati da numerose evidenze sperimentali, il suo consumo regolare sembra giovare anche alla performance atletica.

L’azione combinata pro-colinergica, antiossidante, antinfiammatoria, vasostimolante, chelante, adattogenica ed inibente per i depositi di proteina beta-amiloide la rendono il supplemento naturale ideale per prevenire l’insorgenza e trattare i sintomi delle malattie neurodegenerative.

Svuota
4.50
forma Intera Tritata In polvere Tintura (artigianale)
quantita 50g 100g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta

Descrizione prodotto

Gli antichi erboristi utilizzano principalmente la pianta intera essiccata in polvere nelle seguenti modalità e dosaggi indicativi:
-ingerite o incapsulate\ dose lieve 2-4gr \moderata 4-8gr \alta 8-12gr \altissima 12-20gr
-decotte\ dose lieve 3-5gr \moderata 5-10gr \alta 10-15gr \altissima 15-25gr
-tintura\ dose lieve 3-5gr \moderata 5-10gr \alta 10-15gr \altissima 15-25gr

La bacopa è famosa per le sue proprietà nootropiche, migliorando concentrazione, memoria e capacità cognitive in generale.
I bacosidi isolati dalla bacopa facilitano la funzionalità della memoria anterograda ed attenuano l’amnesia indotta da scopolamina, diazepam ed altri ipnotici, probabilmente agiscono sui livelli di acetilcolina e glutammato.
L’azione combinata pro-colinergica, antiossidante, antinfiammatoria, vasostimolante, chelante, adattogenica e inibente per i depositi di proteina beta-amiloide la rendono il supplemento naturale ideale per prevenire l’insorgenza e trattare i sintomi delle malattie neurodegenerative.

Riduce anche i livelli di stress ed ansia provocando l’abbassamento dei livelli di noreprinefina e l’aumento di quelli di serotonina. Ad alte dosi ha superato in efficacia il lorazepam, senza dar luogo ad effetti collaterali di rilievo.

Le sue proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti la rendono molto utile anche nel trattamento dei disturbi gastrici, riduce la sintesi delle prostaglandine stabilizzando le membrane lisosomiali. Inoltre combatte la diarrea e riduce il rischio di ulcere.

Viene spesso combinata con cardo mariano, ashwagandha, curcuma e tè nella medicina medicina ayurvedica; con moringa, ginkgo e rodiola in diverse formule nootropiche naturali.
In fitoterapia si assume giornalmente due volte al giorno per almeno due settimane prima di ottenerne i massimi benefici.

Medicina convenzionale
Le proprietà nootropiche, antidepressive, neuroprotettive, antiossidanti, antimicrobiche, antinfiammatorie, adattogeniche, analgesiche, antidiarroiche, citotossiche, antiulcera, broncodilatatrici, vasodilatatrici, endocrine e benefiche per la performace atletica della bacopa sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non viene usata in medicina convenzionale.

Medicina alternativa
Viene impiegata in fitoterapia per il trattamento di ansia, depressione, nervosismo, insonnia, stanchezza, mal di testa, disturbi gastrici, disturbi della concentrazione e della memoria, ADHD, epilessia, asma, mal di schiena, disturbi della sessualità e ritensione idrica.

Decotto
-Mettere la bacopa (opzionale)in polvere con un volume quadruplo d’acqua (opzionale)distillata in una pentola.
-Mantenere appena sotto la temperatura d’ebollizione fino a 1 ora e mezza per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi.
-(Opzionale) Aggiungere miele, cannella e zenzero se si gradisce.
-(Opzionale) Può essere concentrato ulteriormente con l’aiuto di calore per produrre un estratto atto alla combustione o ad essere incapsulato.

Tintura
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata ed una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere la bacopa (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere etanolo al 50% per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso possibile (almeno 1 volta al giorno) e lasciare infondere fino a 3 settimane per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale) Può essere concentrata ulteriormente con l’aiuto di un calore estremamente debole o una ventola per produrre un estratto atto ad essere incapsulato.

Descrizione
Ordine: Lamiales
Famiglia: Plantaginaceae
Genere: Bacopa
Specie: B. monnieri
Nativo: Australia, India
Plant Hardiness Zone: 8-10
La bacopa (Bacopa monnieri) è un pianta erbosa dotata di piccole foglioline succulente spesse circa 5mm. I fiori sono piccoli e bianchi, composti da 4 o 5 petali.

Coltivazione
La bacopa è facile da coltivare:
-In primavera spargere superficialmente i semi in un vasetto pieno di terriccio umido, ricco e ben drenante a piena esposizione solare.
-necessita della luce per la germinazione, attenzione a non coprire i semi.
-teme la siccità e la mancanza di luce solare.

La bacopa viene chiamata in India “Brahmi”, in riferimento a Brahma, il dio creatore del pantheon Hindu.

E’ stata menzionata per la prima volta nel VI secolo a.C. nel Caraka Samhita per le sue proprietà benefiche su stress, memoria e concentrazione.

Viene impiegata da oltre 3000 anni in medicina ayurvedica principalmente per il trattamento dei disturbi cognitivi, ma anche per molte altre applicazioni diverse.

Nella religione Hindu viene utilizzata per consecrare i neonati e favorire lo sviluppo delle loro capacità cognitive.

Diversi studi comportamentali condotti su cavie animali dimostrano che la somministrazione di bacopa potenzia l’apprendimento motorio e ritarda la perdita dei pattern acquisiti.
I bacosidi isolati dalla pianta facilitano la funzionalità della memoria anterograda ed attenuano l’amnesia indotta da scopolamina, diazepam ed altri ipnotici, probabilmente agiscono sui livelli di acetilcolina e glutammato.
L’azione combinata pro-colinergica, antiossidante, antinfiammatoria, vasostimolante, chelante, adattogenica e inibente per i depositi di proteina beta-amiloide la rendono il supplemento naturale ideale per prevenire l’insorgenza e trattare i sintomi delle malattie neurodegenerative.
.
Estratti alcolici sono stati testati sui ratti dimostrando un significativo effetto antidepressivo, i composti responsabili sembrano essere bacosidi, bacopasidi e bacopasaponina.

Riduce anche i livelli di stress ed ansia provocando l’abbassamento dei livelli di noreprinefina e l’aumento di quelli di serotonina. Ad alte dosi ha superato in efficacia il lorazepam, senza dar luogo ad effetti collaterali di rilievo.

Un estratto a base di bacopa ha incrementato l’utilizzo del glucosio su alcuni ratti diabetici in maniera simile all’insulina.

Le sue proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti la rendono molto utile anche nel trattamento dei disturbi gastrici, riduce la sintesi delle prostaglandine stabilizzando le membrane lisosomiali. Inoltre combatte la diarrea e riduce il rischio di ulcere.

E’ utile anche come antimicrobico, è attivo contro Salmonella typhi, Pseudomonas
aeruginosa, Staphylococcus aureus, Vibrio cholera, Candida albicans ed Escherichia coli.

Un estratto a base di bacopa ha indotto l’aumento dell’ormone tiroideo (T4) del 41% senza influire sulla perossidazione epatica lipidica (LPO), questo lo renderebbe un farmaco naturale ideale per i casi di ipotiroidismo.

La bacopa contiene brahmina , nicotinina, erpestina, jujubogenina, bacosidi, saponine triterpenoidi, glicosidi, acido betulinico, mannitolo, stigmastanolo, β-sitosterolo e stigmasterolo.

I bacosidi sono i principali composti responsabili dell’attività nootropica della pianta.

Effetti nootropici:
Stough, Con, et al. “Examining the nootropic effects of a special extract of Bacopa monniera on human cognitive functioning: 90 day double‐blind placebo‐controlled randomized trial.” Phytotherapy Research: An International Journal Devoted to Pharmacological and Toxicological Evaluation of Natural Product Derivatives 22.12 (2008): 1629-1634.
Effetti antidepressivi:
Zhou, Yun, et al. “Triterpene saponins from Bacopa monnieri and their antidepressant effects in two mice models.” Journal of natural products 70.4 (2007): 652-655.
Effetti neuroprotettivi:
Stough, Con, et al. “Examining the nootropic effects of a special extract of Bacopa monniera on human cognitive functioning: 90 day double‐blind placebo‐controlled randomized trial.” Phytotherapy Research: An International Journal Devoted to Pharmacological and Toxicological Evaluation of Natural Product Derivatives 22.12 (2008): 1629-1634.
Effetti antiossidanti, antimicrobici ed antinfiammatori:
Mathur, Abhishek, et al. “Pharmacological investigation of Bacopa monnieri on the basis of antioxidant, antimicrobial and anti-inflammatory properties.” J Chem Pharm Res 2.6 (2010): 191-8.
Effetti adattogenici:
Rai, Deepak, et al. “Adaptogenic effect of Bacopa monniera (Brahmi).” Pharmacology Biochemistry and Behavior 75.4 (2003): 823-830.
Effetti analgesici, antidiarroici e citotossici:
Chakma, N., M. Rahman, and M. Salahuddin. “Kumar ss. Assessment of analgesic, antidiarrhoeal and cytotoxic activity of ethanolic extract of the whole plant of Bacopa monnieri Linn.” Int Res J of Pharmacy 3.10 (2013): 98-101.
Effetti antiulcera:
Rao, Ch V., K. Sairam, and R. K. Goel. “Experimental evaluation of Bocopa monniera on rat gastric ulceration and secretion.” Indian Journal of Physiology and Pharmacology 44.4 (2000): 435-441.
Effetti bronco e vasodilatatori:
Channa, Shabana, et al. “Broncho-vasodilatory activity of fractions and pure constituents isolated from Bacopa monniera.” Journal of ethnopharmacology 86.1 (2003): 27-35..
Effetti endocrini:
Kar, A., S. Panda, and S. Bharti. “Relative efficacy of three medicinal plant extracts in the alteration of thyroid hormone concentrations in male mice.” Journal of ethnopharmacology 81.2 (2002): 281-285.
Effetti sulla performance atletica:
Anand, T., et al. “Effect of bacoside extract from Bacopa monniera on physical fatigue induced by forced swimming.” Phytotherapy research 26.4 (2012): 587-593.

L’assunzione di moringa è controindicata in chi soffre di bradicardia, disturbi respiratori, ulcere, problemi alla tiroide, blocco intestinale ed urinario.

Non si conoscono interazioni farmacologiche pericolose.

Gli effetti collaterali più comuni sono diarrea, disturbi gastrici, nausea, bocca secca e fatica.

L’overdose non sembra pericolosa.

In letteratura scientifica non sono riscontrati casi di dipendenza, danni permanenti o morte relativi al consumo di questa pianta.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bacopa (Bacopa monnieri)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informiamo la gentile clientela che Visione Curativa va in vacanza fino al 12/07. Gli acquisti sono momentaneamente sospesi. Gli ordini già pagati ed inoltrati saranno regolarmente evasi.

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -