Graviola (Annona Muricata) secca intera

6.90

Una pianta impiegata da sempre in Sud America per il trattamento dei tumori, contiene le acetogenine annonacee dei composti dalla forte attività citotossica e antitumorale attualmente sotto studio per eventuali applicazioni oncologiche.

Questi composti riescono ad attaccare i tumori multi-farmaco resistenti in maniera altamente selettiva grazie alla maggiore domanda di ATP di queste cellule.

NON E’ UN FITOFARMACO O UN SUPPLEMENTO ALIMENTARE, MA UN ARTICOLO NON ADATTO AL CONSUMO UMANO DESTINATO AD AROMATERAPIA E COLLEZIONE.

Svuota
6.90
forma Intera Tritata In polvere Estratto alcolico
quantita 25g 100g 250g 50g di materia prima 100g di materia prima 250g di materia prima
Azzera selezione
Confronta
SKU: N/A Category: Tags: , ,

Descrizione prodotto

INFORMAZIONI SULL’USO STORICO NELLA MEDICINA SCIAMANICA SUDAMERICANA (NON COSTITUISCONO POSOLOGIA)\

PARTE USATA: foglie

-ingerite \ 1-3g
-decotte\ 3-5g
-tintura 1:1\ 2-4ml

 

Viene spesso combinata con moringa, tè, chaga, lemon verbena, cardo selvatico, artiglio di gatto, salsapariglia, arancia amara, catuaba, muira puama, origano della pampa e spaccapietra a scopo terapeutico.

Nella medicina sudamericana si assume tre volte al giorno per almeno 2 settimane prima di ottenerne i massimi benefici.

La graviola ha dei buoni effetti sedativi e calmanti sul CNS.

Attiva il recettore 5HT1A della serotonina con conseguente modulazione dell’umore e dei livelli di ansia.

Medicina convenzionale
Le proprietà antidepressive, ansiolitiche, ipotensive, analgesiche, sedative, antinfiammatorie, antiossidanti, antietà, antitumorali, antibatteriche, ipoglicemiche, antidiabetiche, anticonvulsivanti, antimicotiche, antiparassitarie, antivirali della graviola sono supportate dalla ricerca scientifica.

Non è usata in farmacologia convenzionale.

 

Medicina alternativa
In fitoterapia alternativa è indicata contro infezioni, parassiti, herpes, tosse, insonnia, nervosismo e cancro.

Esternamente si impiega contro i dolori da artrite.

Decotto
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) per indebolire le pareti cellulari.
-Mettere la graviola (opzionale)in polvere in una pentola con un volume quadruplo di acqua (opzionale)distillata.
-Lasciare sobbollire appena fino a 1 ora per la saturazione, aggiungere ulteriore acqua solo se necessario al fine di tenere i solidi ben coperti.
-Filtrare e scartare i solidi
-(Opzionale)Riutilizzare i solidi scartati per un altra cottura.

Tintura
-(Opzionale) Congelare un giorno prima il materiale inumidito con acqua (distillata) e una spruzzatina d’etanolo.
-Mettere la graviola (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere alcol al 70%.
-Scuotere vigorosamente quanto più spesso (almeno 1 volta al giorno) e lasciare a riposo fino a 2 settimane
-Filtrare e scartare i solidi
-Evaporare l’alcol fino alla gradazione desiderata, si può anche eliminare tutta la parte liquida per ottenere un residuo solido

Descrizione
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Magnoliales
Famiglia: Annonaceae
Genere: Annona
Specie: A. muricata
Nativo: Colombia
Plant Hardiness Zone: 9-11
La graviola (Annona Muricata) è un piccolo albero tropicale sempreverde che cresce fino a 4m , i rami più giovani sono ricoperti da un sottile strato di peluria.
Sviluppa della foglie ovali lunghe fino a 15cm e larghe la metà, i fiori sono composti da petali spessi di colore giallino.
Produce dei frutti spinosi di colore verde scuro e forma ovale, lunghi fino ad un massimo di 30cm e molto pesanti

Coltivazione
La graviola è una pianta robusta, abbastanza semplice da coltivare:
-Piantare i semi in un contenitore con un comune terriccio ricco e ben drenante in primavera, quindi coprire con una busta per mantenere l’umidità.
-Mantenere umido il terriccio fino alla germinazione (30 giorni)
-Non necessità di cure particolari una volta stabilita, teme il freddo


La graviola ha una lunga storia medicinale nelle Ande Peruviane come rimedio per catarro, parassiti intestinali, diabete, spasmi dolorosi, nervosismo ed insonnia.

Le tribù indigene della Guyana ne lodano gli effetti narcotici e tonificanti per il cuore.

Nella medicina popolare brasiliana si indica per il trattamento di disturbi epatici, neuralgia, reumatismi ed artrite.

In Giamaica, Haiti e nelle Indie Occidantali la graviola viene consumata contro febbre, diarrea, disturbi cardiaci, tosse, influenza, asma ed ipertensione.

E’ gia dal 1940 la graviola è stata interesse di moltissimi gruppi di studio, le acetogenine annonacee sono stati identificate come composti responsabili delle marcate proprietà antitumorali della pianta.
Ben tre diversi gruppi di ricercatori hanno notato come questi composti fossero selettivamente tossici per le sole cellule tumorali ed estremamente attivi già a dosaggi bassissimi, pubblicando numerosi articoli al riguardo nel corso degli anni ’90.

Le actogenine inibiscono i processi enzimatici specifici delle membrane delle cellule malate. I ricercatori della Perdue University, sponsorizzati dal “National Institute of Health” e dal “National Cancer Institute”, hanno notato che, oltre ad essere selettive per le cellule tumorali, questi composti avessero una particolare affinità per quelle resistenti ai normali agenti chemioterapici.
Le cellule tumorali che sopravvivono alla chemioterapia hanno la possibilità di sviluppare farmaco resistenze multiple, si crea infatti una giunzione intracellulare dove viene spedito il materiale canceroso diventando impossibile da eliminare completamente.
Le actogenine bloccano il trasferimento di ATP a queste giunzione, distruggendola insieme con tutti i residui tumorali; il metabolismo energetico delle cellule sane non viene minimamente colpito.
Gli studiosi della Perdue University hanno già identificato 14 diverse actogenine annonacee dalle potenti proprietà inibitorie sull’ATP. Le hanno paragonate con i normali farmaci chemioterapici (adriamicina, vincristina e vinblastina) delle cellule tumorali farmaco-resistenti del seno. I risultati dimostrano che questi composti sono molto più potenti e privi di qualunque effetto collaterale.

Nel 2002 un gruppo di ricercatori giapponesi ha analizzato le actogenine su topi affetti da cancro ai polmoni confrontandole con la medicazione standard adriamicina. Mentre la riduzione della massa tumorale per il gruppo del farmaco convenzionale fu del 50%, quella dell’altro risultò del 57,9%. Come effetto collaterale l’adriamicina aveva causato la morte di metà dei soggetti (nel gruppo controllo senza medicazione 5/6 c’erano state molte meno perdite), per le actogenine non fu riportato nessun sintomo di tossicità.

La graviola contiene annocatalina, annoexocina, annomonicina, annomontacina, annomuricatina, annomuricina, annomutacina, annonacina, annonacinone, annonamina, annopentocina, corossolone, coibina, corepoxilone, coronina, corossolina, donexocina, epomuricenina, gigantetrocina, gigantetrocina, gigantetrocinone, acido esadecanoico, gigantetronenina, goniotalamicina, javoricina, montanacina, montecristina, muracina, muricapentocina, muricatalicina, muricatalina, muri-catenolo, muricatetrocina, muricatina, muricatocina, muricina, muricoreacina, muriexocina, muriexolo, murisolina, robustocina, rolliniastatina, saba-delina, solamina, uvariamicina e xilomaticina.

L’annonamina (presente solo nelle foglie) sembra il principale responsabile degli effetti antidepressivi, sedativi ed analgesici.
L’annonacina è (presente solo nei semi e nelle radici) sembra essere l’unico composto tossico presente nella pianta, è legato allo sviluppo di forme atipiche di parkinson.
Tutte le actogenine annonacee hanno una marcato effetto antitumorale.

Effetti antitumorali:
Torres, M., et al. “Graviola: a novel promising natural-derived drug that inhibits tumorigenicity and metastasis of pancreatic cancer cells in vitro and in vivo through altering cell metabolism.” Cancer Lett. 2012 Oct 1;323(1):29-40.
Effetti antibatterici:
Feng, L., et al. “Specific inhibitions of annonaceous acetogenins on class II 3-hydroxy-3-methylglutaryl coenzyme A reductase from Streptococcus pneumoniae.” Bioorg Med Chem. 2011 Jun 1;19(11):3512-9.
Effetti antivirali:
Padma, P., et al. “Effect of the extract of Annona muricata and Petunia nyctaginiflora on Herpes simplex virus.” J. Ethnopharmacol. 1998; 61(1): 81–3.
Effetti antimicotici:
Abubacker, M. N., and T. Deepalakshmi. “In vitro antifungal potential of bioactive compound methyl ester of hexadecanoic acid isolated from Annona muricata linn (annonaceae) leaves.” Biosci Biotechnol Res Asia 10.2 (2013): 879-884.
Effetti antiparassitari:
Bories, C., et al. “Antiparasitic activity of Annona muricata and Annona cherimolia seeds.” Planta Med. 1991; 57(5): 434–36.
Effetti ipoglicemici ed antidiabetici:
Adeyemi, D., et al. “Anti hyperglycemic activities of Annona muricata (Linn)” Afr J Tradit Complement Altern Med. 2008 Oct 25;6(1):62-9.
Effetti antidepressivi ed ansiolitici:
Hasrat, J. A., et al. “Screening of medicinal plants from Suriname for 5-HT 1A ligands: Bioactive isoquinoline alkaloids from the fruit of Annona muricata.” Phytomedicine. 1997; 4(20: 133-140.
Effetti anticonvulsivanti e sedativi:
N’gouemo, P., et al. “Effects of ethanol extract of Annona muricata on pentylenetetrazol-induced convulsive seizures in mice.” Phytother. Res. 1997; 11(3): 243–45.
Effetti ipotensivi:
Nwokocha, C., et al. “Possible mechanisms of action of the hypotensive effect of Annona muricata (soursop) in normotensive Sprague-Dawley rats.” Pharm Biol. 2012 Nov;50(11):1436-41.
Effetti antinfiammatori ed analgesici:
de Sousa, O., et al. “Antinociceptive and Anti-Inflammatory Activities of the Ethanol Extract of Annona muricata L. Leaves in Animal Models.” Int J Mol Sci. 2010 May 6;11(5):2067-78
Effetti antiossidanti ed antietà:
Nawwar, M., et al. “A flavonol triglycoside and investigation of the antioxidant and cell stimulating activities of Annona muricata Linn.” Arch Pharm Res. 2012 May;35(5):761-7.

L’assunzione di graviola è controindicata in chi soffre di pressione bassa, debolezza cardiaca, disturbi della flora batterica intestinale o durante la gravidanza e l’allattamento.

L’interazione con farmaci ipotensivi, MAO-inibitori e cardiodepressori è pericolosa.

Gli effetti collaterali più comuni sono sonnolenza, debolezza e disturbi gastrici.

Dosaggi eccessivi hanno un forte effetto emetico.

 

Tutte le informazioni relative ai nostri prodotti vengono fornite a titolo informativo sulla cultura psiconautica e storico sulla cultura tribale: non vogliono incoraggiare atteggiamenti pericolosi e/o di illegalità.

I termini usati nelle categorie ed i tag non vogliono suggerire l’uso medicinale e ricreazionale dei prodotti, solo organizzarli in base al loro uso storico, scientifico e sociale.

Le ricette sono fornite a titolo scientifico: non vogliono incoraggiare i clienti a ripeterle, né tantomeno a consumarne i prodotti.

I nostri contenuti non sono stati valutati dalla FDA o da una qualunque figura medica professionale: le possibili applicazioni, indicazioni posologiche ed avvertenze sono descritte solo a scopo educativo, sono speculazioni personali e non costituiscono parere medico.

I prodotti vengono venduti come incensi, materiale botanico da collezione e materiale scientifico da ricerca. Non sono destinati al consumo umano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Graviola (Annona Muricata)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dovete avere 18 anni per visitare questo sito.

Verificate la vostra età

- -